Bets Negatu Alfiere della Repubblica: il dirigente scolastico ringrazia Mattarella

Ill.mo Sig. Presidente Mattarella,

desidero esprimere a nome di tutta la mia comunità scolastica il più vivo e sincero ringraziamento per l’onorificenza con cui ha voluto insignire una nostra ex studentessa, Bets Negatu, da Lei di recente nominata “Alfiere della Repubblica”.

Questo ringraziamento non sembri un atto di pura cortesia.

L’istituto comprensivo che dirigo e che Bets ha frequentato per cinque anni, è propriamente una “scuola di periferia”, intesa sia in senso territoriale (è situata in un quartiere periferico di Bari), sia in senso metaforico, cioè lontana dal “centro” della città (della cultura, delle attività economiche). Da quando Bets, giunta in Italia dall’Etiopia, è venuta a vivere nel nostro quartiere, ha potuto conoscere tutte le difficoltà legate alla dimensione della periferia; ma ha pure conosciuto le risorse qui “nascoste”, come una comunità scolastica che ha saputo accoglierla, le ha offerto occasioni di crescita e le ha dato la possibilità di portare a maturazione i suoi talenti. E così, proprio in un terreno considerato “difficile”, forse infruttuoso, è sbocciato questo “fiore” che Ella con grande sensibilità ha saputo riconoscere e voluto valorizzare. Ha scritto la nostra Bets in un tema: “La scuola è un posto di avventure, dove ogni giorno scopri cose nuove e ti emozioni all’idea di conoscerle, e non vedi l’ora di conoscerle”.

Di solito il bene non fa rumore, non produce clamore, non fa notizia e proprio per questo tutto il bene di cui la scuola, intesa come comunità educante autentica, si rende protagonista non finisce quasi mai in prima pagina. Il valore dell’esempio è un grande valore da riscoprire ogni giorno: l’esempio di Bets, gli esempi dei tanti studenti meritevoli, l’esempio di tutte le scuole virtuose che faticosamente provano a spalancare il futuro delle giovani generazioni sono la forza che anima la nostra comunità scolastica e che la ispira ogni giorno.

Grazie ancora, Presidente, perché il riconoscimento a Bets lo sentiamo anche un po’ nostro. E perché siamo convinti che da questo “gesto lieve” potranno nascere grandi storie di “buona” scuola, che probabilmente non andranno in prima pagina, ma lasceranno segni profondi e significativi nelle nostre vite.

Il Dirigente scolastico

“Ceglie Manzoni Lucarelli” – BARI-CEGLIE 

Prof.ssa Maria Veronico

Promo