La Grotta bianca di Castellana verso la candidatura Unesco

La Lista del patrimonio mondiale Unesco potrebbe avere una new entry tutta pugliese, già nota a livello internazionale come un’autentica meraviglia della natura. Con una delibera di Giunta del 21 dicembre, l’amministrazione comunale di Castellana Grotte ha infatti approvato all’unanimità l’atto di indirizzo per inserire la Grotta bianca tra le proposte italiane candidate a Patrimonio culturale mondiale.

Situata al termine del percorso che si snoda per circa 3 km nel sottosuolo, la Grotta bianca è la cavità più spettacolare dell’intero sito carsico castellanese. La purezza delle concrezioni di alabastro conferisce all’ambiente un candore ineguagliabile, che lascia puntualmente di stucco i visitatori e non a caso ha portato a definirla come “la grotta più splendente del mondo”.
Questa perla di rara bellezza fu scoperta nel 1939 dall’operaio Vito Matarrese durante le sue esplorazioni solitarie, dopo aver affiancato lo studioso Franco Anelli nella prima campagna di ricerche, grazie alle quali era già stata svelata l’esistenza del vasto complesso ipogeo.

Per effetto della delibera approvata la settimana scorsa, il responsabile del settore comunale competente è autorizzato, di concerto con la società Grotte di Castellana Srl, a procedere con la costituzione di un comitato promotore. Compito del comitato sarà quello di valutare e relazionare in merito alle modalità e ai termini di presentazione del dossier di candidatura, con il coinvolgimento delle associazioni culturali, turistiche e ambientali della città.
L’amministrazione comunale si è inoltre impegnata, dopo aver acquisito la relazione redatta dal comitato, a stanziare nel bilancio di previsione le somme necessarie all’attuazione del progetto di candidatura, affinché la Grotta bianca rientri nella lista nazionale di proposte per i nuovi siti Unesco.

«La delibera adottata dalla Giunta comunale è ambiziosa. – spiega il sindaco Francesco De Ruvo – Vedere riconosciuto dall’Unesco uno dei nostri tesori più importanti costituirebbe uno strumento di promozione efficace non solo delle spettacolari e straordinarie Grotte, ma di tutto il patrimonio naturale, paesaggistico e ambientale del nostro territorio, contribuendo ad attuare e rafforzare la strategia di promozione della Puglia quale sistema integrato di destinazione turistica. L’iter di approvazione di una candidatura è un percorso lungo e complesso che richiederà, per andare a buon fine, la collaborazione da parte di tutti, amministrazione, cittadini e associazioni. Personalmente sono fiducioso perché la Grotta bianca ha tutte le carte in regola per raggiungere questo importante e ambizioso obiettivo».

«Con questa delibera – afferma l’assessora al Turismo, Illa Sabbatelli – aggiungiamo un altro importante obiettivo a quella che è la sfida, lanciata all’inizio del nostro mandato amministrativo, di valorizzare e incentivare ogni attività tesa alla promozione della città, del suo territorio e del suo patrimonio artistico, culturale e naturale. Sappiamo bene che quello che ci aspetta sarà un percorso lungo e per nulla semplice, ma siamo fiduciosi nella consapevolezza che la Grotta bianca costituisce un tesoro prezioso di straordinaria bellezza che a ragione potrebbe essere qualificato come patrimonio dell’umanità».

Un altro importante obiettivo teso alla valorizzazione delle Grotte di Castellana è stato raggiunto a novembre scorso, con lo stanziamento di ben 4 milioni di euro da parte dello Stato, grazie ai quali si provvederà a riqualificare integralmente l’impianto di illuminazione del sito carsico.

Promo