Terrorismo: sindaco Francavilla su arresto 31enne, ci sentiamo tranquilli

Ci sentiamo tranquilli perché si tratta di un caso isolato che non ha portato con sé conseguenze né ci sono pericoli di altre persone che siano a lui vicine”. Lo ha detto a LaPresse Luisa Russo, sindaco di Francavilla al Mare, in provincia di Chieti, città in cui risiedeva, da circa 3 anni, Faiz Arslan, 31enne pakistano ‘auto-radicalizzato’ all’Islam con connotazioni estremiste di natura salafita, arrestato a Bari e che dovrà rispondere delle accuse di istigazione a delinquere aggravata dalla finalità di terrorismo.

“Si tratta della conclusione di un’operazione già avviata da diversi mesi che ha portato all’arresto di questo soggetto – ha concluso la prima cittadina della città teatina – Ringraziamo i carabinieri per il grande lavoro fatto nel silenzio e nella discrezione che hanno prontamente risolto il caso”. I militari dell’Arma del Raggruppamento operativo speciale dei Carabinieri hanno eseguito il fermo disposto dalla Procura Distrettuale antimafia e antiterrorismo dell’Aquila.

Promo