Giovinazzo, al via i lavori di riqualificazione dello scalo ferroviario

La stazione ferroviaria di Giovinazzo si prepara a cambiare volto. In virtù dell’accordo firmato lo scorso 16 marzo dall’amministrazione comunale e da Rfi (Rete Ferroviaria Italiana), rispettivamente rappresentate dal sindaco Tommaso Depalma e dalla responsabile della Direzione stazioni Sara Venturoni, sono in fase di avvio i lavori di riqualificazione del fabbricato viaggiatori e delle aree adiacenti allo scalo.
L’investimento sarà interamente sostenuto dalla società del Gruppo Fs, per un importo di 1,3 milioni di euro, e ha lo scopo di valorizzare il potenziale strategico della stazione, restituendo ai cittadini di Giovinazzo spazi pubblici rinnovati e più funzionali.

Nel dettaglio, si partirà con il recupero architettonico del fabbricato viaggiatori e l’adeguamento degli ambienti interni secondo le nuove esigenze degli utenti.
Il progetto si pone in continuità con l’intervento già avviato dalla stessa Rfi per migliorare l’accessibilità della stazione, che prevede l’innalzamento delle banchine a quota 55 cm dalle rotaie (a livello con l’ingresso dei treni), la posa in opera di mappe e percorsi tattili per i non vedenti e l’installazione di due ascensori a servizio dei binari.

Si procederà poi con il restyling del piazzale antistante il fabbricato, ricavando ampi spazi pedonali e superfici a verde che ospiteranno nuovi alberi. Gli elementi di arredo urbano si distingueranno per il design innovativo e i materiali sostenibili. Saranno realizzati anche stalli per bici, per bus e per la sosta breve delle auto, così come un piccolo tratto di pista ciclabile, destinato a proseguire lungo via Marconi con la “greenway” prevista dal Comune.

Ultimo ma non meno importante, l’ex scalo merci della stazione sarà riconvertito in un parcheggio intermodale da circa 40 posti auto, favorendo così l’interscambio tra mezzo privato e mezzo pubblico.

Per assicurare la massima efficacia degli interventi in carico a Rfi, l’amministrazione comunale si è impegnata a migliorare la viabilità carrabile e ciclopedonale della zona, nonché i percorsi di trasporto pubblico locale che interessano la stazione, e a rendere più attrattive le aree riqualificate promuovendo servizi di interesse collettivo.

Promo