BariSeranews

Giovinazzesi gli autori di “101 Flame of Inspiration”

96 Visite

“101 Flame of Inspiration”: è online il nuovo progetto musicale internazionale

Visualizzabili in rete il sito ed il trailer del film musicale

Da sabato 1°gennaio sono online il trailer e il sito di “101 Flame of Inspiration”. Questo il titolo del progetto musicale prodotto da E2D in collaborazione con la Fondazione Defeo Trapani. Un’iniziativa che parte dalla Puglia per abbracciare il mondo e che, una volta concluso, diventerà un film e un vero e proprio album, rigorosamente in vinile.

Svedese di nascita ma giovinazzese d’adozione l’ideatore del progetto Eric Forsmark, come il crooner Pheel Balliana. Giovinazzesi anche il producer Alessandro Grasso e il chitarrista Nicola Nesta. Numerosi gli artisti pugliesi coinvolti nel progetto, da Maurizio Lampugnani a Simona Armenise, da Nicoletta D’Auria a Domenico Monaco, da Michele Marzella al videomaker Lorenzo Scaraggi. E pugliese anche la location, l’auditorium Odeion sito a Giovinazzo in via delle Filatrici 32 che, a coronamento del progetto, ospiterà la prima del film, della durata di 45 minuti.

Sessanta gli artisti che vi parteciperanno provenienti da ben 25 paesi. Un viaggio emozionale che grazie al linguaggio universale della musica attraversa e, allo stesso tempo, unisce Cina, Colombia, Congo, India, Iran, Israele, Italia, Malaysia, Portogallo, Spagna, Svezia, Uganda e Ucraina, e non solo. «Questo progetto musicale – spiega Forsmark – ricorda una volta di più quanto possano arricchirci le diversità di stili e di generi, per la formazione di un autentico patrimonio comune».

Un giro del mondo attraverso le sonorità, le voci e i suoni tipici di ogni paese che dal 1°gennaio è possibile seguire sia con la visione del trailer del film musicale che con la messa online del sito ufficiale http://www.inspiration101.org, oltre che sui social.

Due le linee guida per tutti gli artisti coinvolti: rispettare i 101 battiti al minuto – da qui il titolo “101 Flame of Inspiration” – e scrivere nella propria lingua i testi incentrati sul messaggio del progetto. Sulle strofe composte in lingua tamil di Janani Madai da Chennai, in India, si innesta la performance alle percussioni di Ajay Desai da Mumbai, quella al flauto giapponese dell’israeliano Adam Mansour e la chitarra di Peter D. da Stoccolma. I ritmi orientali si fondono con quelli afro grazie alle percussioni di Forsmark da Giovinazzo a cui si unisce la voce, in lingua ningala e kikongo, della cantante congolese Saddysa.

Centouno battiti al minuto, ma un solo respiro, quello della natura, meraviglioso sfondo del trailer cui la stessa musica si ispira mettendo insieme artisti con storie e mondi totalmente differenti per dare vita a uno splendido ibrido musicale frutto di una contaminazione incrociata. «È preoccupante – continua Forsmark – che, pur trovandosi l’uomo da molto tempo su questo pianeta, oggi molte persone sperimentino la mancanza di risorse e il peggioramento delle loro condizioni di vita. Alcuni hanno iniziato a cercare spiegazioni semplificate e irrazionali o si sono rifugiati in idee inaccettabili di nazionalismo estremo e di razzismo. Ma la divisione non é certo la soluzione ai problemi che occorre affrontare tutti insieme. Da qui il progetto di contattare musicisti straordinari per mostrare a tutti quanto abbiamo in comune. Un suggerimento musicale per un approccio globale condiviso».

Trailer disponibile al link:

Promo