Ospedale Corato: arrivata area per gestanti positive al Covid

L’unità operativa di Ostetricia e ginecologia dell’ospedale Umberto I di Corato (Bari) si è sdoppiata in 24 ore per poter gestire in tutta sicurezza le gestanti positive al coronavirus garantendo un’assistenza adeguata all’interno di un’area completamente isolata e dotata di quattro posti letto.

“Era importante che la Asl di Bari avesse un punto nascita con un’area covid a supporto della rete provinciale”, spiega il direttore generale della Asl barese, Antonio Sanguedolce.

Il 2021 si è chiuso con 910 parti (più 5,2% rispetto al 2020) e 240 interventi chirurgici maggiori che si aggiungono all’attività riguardante tutte le patologie benigne uro-ginecologiche con approccio laparotomico, vaginale e laparoscopico. Sono stati superati i 500 interventi in day service e sono state garantite 13.000 prestazioni ambulatoriali.

Rilevante è l’indice di attrattività del reparto, che registra il 36,8% di utenza proveniente da altre Asl e il 4,3% da altre regioni, “a conferma – spiega Lucio Nichilo, responsabile del reparto – che non solo abbiamo soddisfatto le esigenze della nostra comunità, ma abbiamo anche intercettato ed esaudito le necessità inderogabili delle pazienti delle realtà vicine”.

Promo