Fotografia: in 18mila a mostra barese National Geographic

Più di 18mila, di cui oltre 5 mila studenti: sono i numeri con cui si chiude “Planet or Plastic?”, la mostra prodotta da National Geographic, organizzata da Cime e ospitata dal teatro Margherita di Bari, che il 20 marzo ha salutato la città dopo più di tre mesi di apertura al pubblico. Inaugurata lo scorso 2 dicembre nell’ambito dell’edizione zero del Festival della sostenibilità ambientale “Io Scelgo il Pianeta”, e curata dal direttore di National Geographic Italia, Le Scienze e Mind, Marco Cattaneo, l’esposizione ha fornito una testimonianza reale, attraverso 71 scatti fotografici, delle conseguenze ambientali dovute all’eccessivo utilizzo della plastica nella nostra vita quotidiana.
“E’ stato molto importante per la città di BARI ospitare una mostra di questo calibro che, oltre ad averci offerto immagini di grande impatto, ci ha dato la possibilità di aprire un dibattito sui temi ambientali, tra tutti l’inquinamento delle acque a causa della plastica e delle microplastiche, oggi di grande attualità soprattutto per una città di mare quale è Bari – spiega il sindaco Antonio Decaro – . Siamo onorati che National Geographic abbia scelto la nostra città come tappa del Sud per denunciare i gravi rischi che tutti stiamo correndo a causa di comportamenti scellerati che stanno mettendo a dura prova la tenuta degli ecosistemi naturali e del pianeta stesso”.

“La Regione Puglia ha sostenuto con entusiasmo una mostra che ha avuto il grande merito di sensibilizzare tutti sul tema della produzione, dell’uso sconsiderato e dello smaltimento della plastica – è il commento del presidente della Regione Michele Emiliano – , facendoci acquisire una nuova consapevolezza sugli effetti drammatici per il benessere del nostro pianeta”.

Promo