Ruvo città amica dell’autismo, una mozione avvia il percorso

Con una mozione presentata ieri in Consiglio Comunale dalla consigliera Emanuela Caifasso approvata all’unanimità dallassemblea è iniziato il percorso che porterà Ruvo di Puglia a diventare Città amica dell’autismo.

La mozione approvata impegna l’Amministrazione a promuovere un percorso partecipato che porti alla redazione e alla sottoscrizione, con l’Ambito Sanitario, le scuole del territorio, le associazioni e gli enti del terzo settore, di un Protocollo di Intesa che consenta la realizzazione di politiche di supporto e inclusione mirate e metta al centro dell’attenzione collettiva la vita delle persone con spettro autistico.

Già da diversi anni nella città di Ruvo di Puglia si svolgono iniziative tese alla sensibilizzazione sul tema dell’autismo e, soprattutto durante il periodo più acuto della pandemia, il Comune ha promosso politiche di supporto verso le persone con spettro autistico e le loro famiglie. Un protocollo condiviso e siglato da tutti i soggetti a vario titolo impegnati nella cura e nella inclusione sociale di chi è affetto da questa disabilità può essere lo strumento più utile per aiutare nella vita quotidiana i cittadini che vivono

in questa condizione.

L’autismo è una forma di disabilità complessa di natura neurobiologica con precise peculiarità come la mancanza di consapevolezza del pericolo, difficoltà nel filtrare stimoli di fondo, impulsività, problemi cognitivi e di apprendimento, livelli elevati di irrequietezza e bassi livelli di pazienza.

Dall’ultima stima della Organizzazione Mondiale della Sanità – si legge nella mozione – una persona su 67 nuovi nati è affetta da disturbo dello spettro autistico, solo pochi anni fa il rapporto era di 1 a 150. Obiettivo del protocollo sarà quello di attivare in città tutte quelle forme di agevolazioni possibili in grado di rendere la vita quotidiana dei ragazzi e degli adulti priva di ogni forma di discriminazione e impedimento allo svolgimento delle attività di crescita e di integrazione sociale.

Franco Marella

Promo