Cisl Puglia, il segretario generale Castellucci: «Bene le nuove opere ma bisogna aumentare i controlli»

«E’ un fatto positivo che circa il 3% del Pil nazionale sia destinato a investimenti in infrastrutture e di queste alcune fondamentali per la mobilità e l’economia del Sud e della Puglia in particolare».

Così Antonio Castellucci, segretario generale della Cisl Puglia, riguardo l’avanzamento dell’aggiudicazione entro fine 2022 degli appalti per la realizzazione della linea ferroviaria Alta capacità Bari-Napoli e delle risorse impegnate per il comparto infrastrutturale.

«I lavori per le nuove infrastrutture o per il loro completamento – aggiunge – porteranno a un incremento dell’occupazione ma a condizione che si affronti questa opportunità con programmazione e certezza della sicurezza sul lavoro. Nella nostra regione ci sono già le leggi che vanno applicate con maggiore fermezza in aggiunta ai necessari controlli e prevenzione. I resoconti drammatici degli infortuni anche mortali degli ultimi giorni, come quello che ha coinvolto un operaio al lavoro sull’autostrada e che si aggiunge ai tanti degli ultimi anni in Puglia, ci consegnano un quadro molto preoccupante che va affrontato con maggiori controlli, prevenzione, responsabilità d’impresa».

Promo