a Ruvo due nuovi asili e due nuove palestre: l’Amministrazione candida al PNRR progetti da nove milioni di euro

Due nuovi asili nido (uno in via Tenente Ippedico, all’interno di un polo per l’infanzia per il primo circolo didattico Giovanni Bovio – che accorperà in un’unica struttura i plessi delle scuole “G. Barile”, “C.Collodi” e “D. Cantatore” – e uno in via Nelson Mandela); l’ampliamento della scuola dell’infanzia “F.Rubini”, l’efficientamento energetico e la rifunzionalizzazione, con l’allestimento di uno spazio mensa,della scuola dell’infanzia “C. Andersen” e nuove palestre per la “San Giovanni Bosco” e la “B. Marniti”.

Valgono in tutto quasi nove milioni di euro i progetti con cui l’Amministrazione ha risposto agli avvisi pubblicati nell’ambito del PNRR dal Ministero della Pubblica Istruzione per “asili nido e scuole dell’infanzia e servizi di educazione e cura per la prima infanzia e del piano per le infrastrutture per lo sport nelle scuole”. Un investimento massiccio sull’edilizia scolastica, sull’educazione e sulla formazione delle bambine e dei bambini ruvesi; un disegno complessivo articolato e pensato per servire la città in modo omogeneo e bilanciato.

Questo lo schema degli interventi candidati con il relativo piano dei costi:
• Realizzazione del polo d’infanzia primo circolo didattico “Giovanni Bovio”: importo di €
5.225.213.
• Ampliamento dell’edificio scolastico destinato a scuola dell’infanzia “F. Rubini” sito in via Ignazio
Silone: importo di € 199.150.
• Interventi di rifunzionalizzazione, miglioramento della fruibilità ed efficientamento energetico
della scuola dell’infanzia “C. Andersen” dell’importo di € 773.248
• Demolizione e ricostruzione della palestra plesso scolastico “S.G. Bosco” in Corso A. Jatta:
importo di € 516.355.
• Nuova costruzione della palestra plesso scolastico “B. Marniti” in via Dell’Aquila: importo di €
637.312.
• Nuovo asilo nido in via Nelson Mandela: Importo di € 1.490.000.
“La scuola – ha detto il sindaco Pasquale Chieco – è da sempre in cima alle nostre priorità.

Noi pensiamo che la scuola e l’istruzione siano gli unici strumenti in grado di creare emancipazione sociale, cittadinanza consapevole, occasioni di crescita personale e collettiva, soluzioni ai problemi di fragilità economica. Già nella passata consiliatura pressoché tutte le scuole comunali sono state oggetto di interventi di miglioramento; ora grazie al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza abbiamo la possibilità di potenziare ulteriormente il sistema scolastico cittadino. Abbiamo dedicato grande attenzione soprattutto ai più piccoli e alle loro famiglie, con progetti, in alcuni casi anche radicali, che se approvati renderanno le nostre scuole migliori, più sicure e più efficienti. In particolare era davvero imperdibile per noi la possibilità di costruire nuovi asili nido, visto che i posti nel nostro unico asilo comunale sono ormai troppo pochi rispetto alle esigenze delle famiglie ruvesi con ricadute non indifferenti sul contesto sociale ed economico cittadino.”

Franco Marella

Promo