Picaro F.lli d’Italia in piazza San Francesco a Ba-Santo Spirito per dare voce alle tante problematiche del quartiere

Il territorio ha i suoi referenti politici, ogni referente politico ha il suo territorio, deve essere così per Michele Picaro sempre attento alle problematiche mai risolte o risolte in parte nella bella cornice di Santo Spirito. Questo il suo comunicato: “””

Domenica mattina 24 aprile Fratelli d’Italia scende in piazza. A Santo Spirito, in piazza dei Mille (conosciuta dai più come Piazza San Francesco), il partito di Giorgia Meloni, sarà presente con un gazebo, per dar voce, con il sostegno del coordinatore della Provincia di Bari e conigliere comunale di Bari, Michele Picaro, alle tante iniziative alle quali il partito ha dato vita a livello nazionale e locale. Sarà possibile sottoscrivere le petizioni per l’abolizione definitiva (senza ritorno) del Green Pass (non è mai stato uno strumento sanitario, ma bensì un mezzo di controllo dell’individuo, propedeutico alla creazione della cosiddetta identità digitale, vedasi IdPay ideata dal “ministro” Colao), per l’elezione diretta del Presidente della Repubblica, per la proroga immediata della scadenza delle cartelle esattoriali,  e per l’approvazione del reato universale per l’utero in affitto.

Denunceremo ancora una volta le ataviche carenze relative al territorio del V Municipio: mancanza fogna bianca, mancanza parcheggi (si riavvicina il periodo estivo), disservizi ASL territoriale, mancanza aree verdi e sgambamento cani, inesistenza adeguato servizio di telecamere di sicurezza (aumentano i furti d’auto e in appartamento), mancanza presidio polizia municipale.

 “Il nostro partito si basa sulla attività politica territoriale, afferma Michele Picaro – coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia. Da piccoli nuclei, la nostra voce si espande in tutto il territorio nazionale. Facciamo del radicamento e della presenza tra la gente i nostri punti di forza. Per questo riteniamo utili iniziative di sensibilizzazione in presenza, anche per tornare a quella che consideriamo la vera normalità. Non siamo “programmati” per la politica da tastiera. Le tematiche da affrontare sono molteplici, temi fondamentali per i diritti degli individui, troppo spesso calpestati in nome della continua ‘emergenza’. Saranno presenti tanti giovani del nostro territorio, che rappresentano il futuro del partito. Cresceranno con noi, così come cresce la voglia di creare uno spazio politico identitario che possa essere attrattivo per chi si riconosce nell’area politica di centrodestra”””.

Buon lavoro.

Franco Marella

Promo