Come gestire il cambiamento nella ristorazione. Se ne parla a Bisceglie

Lo chef Corrado Amato si è fatto promotore di una interessante iniziativa nell’ambito della ristorazione. Si sta impegnando a fare rete con altri professionisti del settore  e svecchiare  la categoria, proponendo nuove idee e collaborazioni.

 Dopo una proficua  formazione lavorativa in Trentino Alto Adige, lo Chef fa ritorno nel territorio pugliese, prima a Castellaneta e poi a Giovinazzo, dove intraprende un nuovo percorso professionale nel ristorante Toruccio Terrazza Adriatica.

Non ha mai interrotto i rapporti con i colleghi del nord, spesso realizza piatti facendo  un mix fra le eccellenze di due territori da lui amati e studiati.

Il suo avvicinamento all’ Associazione Professionale Cuochi Italiani (A.P.C.I) gli permette di dare corpo alle sue idee rivoluzionarie, entrando a far parte del consiglio nazionale e divenendone il referente in Puglia. All’evento programmato per il 27 Aprile alle 15 a Casale San Nicola di Bisceglie, lo Chef amato discuterà due temi in particolare: l’espansione di progetti di cambiamento fuori dal territorio per facilitarne la conoscenza e la collaborazione comune per rilanciare il turismo dopo i danni che la pandemia ha provocato al settore.

Molti infatti si sono reinventati, cambiando e modificando il tipo di attività o adattandola alle nuove situazioni.

Fondamentale fare rete e coinvolgere le istituzioni.

A tale scopo sarà presente all’evento l’assessore al Turismo Gianfranco Lopane.  Lo Chef Amato ritiene fondamentale coinvolgere  gli studenti dell’Istituto Alberghiero di Molfetta, come già successo in un master tenuto presso lo stesso istituto.

È infatti tra i suoi primari interessi il coinvolgimento a tutto tondo dei giovani, sui quali si basa il futuro. Per questo lo Chef promuove una formazione di qualità e la loro integrazione nell’Associazione. Il suo modus operandi, per ottenere il tanto sperato rinnovamento, consiste infatti in cambiamenti profondi da apportare nella sostanza di istituzioni come quella scolastica, proponendo un approccio più concreto e pratico alla professione di cuoco.

Durante gli incontri con i giovani lo chef ha dato delle dritte agli studenti per avvicinare il mondo scuola al mondo del lavoro.

Per il futuro, lo Chef Amato si pone l’obiettivo di sanare le fratture create dall’individualismo che affligge il territorio pugliese, in modo tale da mettere insieme un gruppo di lavoro solido ed efficace.

All’incontro a Casale San Nicola interverranno Sonia Re, direttore generale A.P.C.I,Vito Semeraro consigliere nazionale A.P.C.I,, Gianluca De Cristofaro, responsabile tecnico scientifico Ambasciatori del Gusto e coordinatore nazionale del tavolo farerete. A completare l’importante tavolo degli interventi ci saranno anche chef stelle Michelin e nomi noti della ristorazione regionale che hanno ottenuto ampi riconoscimenti nazionali come Antonella Ricci, Domingo Schingaro, Felice Sgarra, Antonello Magistà, Rosario Di Donna.

L’ incontro professionale è aperto ad altre categorie per avere una visione più completa di questo mondo in completa evoluzione.

Promo