Esce “Brividi d’estate”, il romanzo ambientato ai Mondiali di calcio del 1994

Esce oggi in libreria e negli store digitali ‘Brividi d’estate’ (Echos Edizioni), romanzo d’esordio di Alessandro Basile, giornalista, scrittore e paroliere romano.

L’opera, che sarà presentata a maggio al Salone del Libro di Torinoè ambientata negli Stati Uniti nel 1994, anno in cui si svolsero i Mondiali di calcio vinti poi dal Brasile, ai calci di rigore, nella finale di Pasadena contro la Nazionale italiana allenata da Arrigo Sacchi. A raccontare quel grande evento, purtroppo drammatico per gli azzurri e i loro tifosi, Donato Brighenti, cronista vicentino che grazie a una serie di fortunose coincidenze, in maniera inaspettata, riuscì a seguire a livello professionale quella celebre spedizione.

La professione e l’amore, con la passione a fungere da comune denominatore. ‘Brividi d’estate’ racconta la storia di Donato Brighenti, giornalista vicentino classe 1961 emigrato negli Stati Uniti sul finire degli anni Ottanta per lavorare come corrispondente per l’Italia. Approdato al New York Post per scrivere di sport, la sua materia prediletta, a ridosso dei Mondiali di calcio del 1994, organizzati proprio in America, si ritrova a seguire il cammino della Nazionale del suo Paese a causa di una serie di inaspettate coincidenze. Comincerà quindi per lui un mese travolgente, vissuto tra incertezze, timori e speranze. A rendere ancora più intense quelle calde settimane, fatte di continui spostamenti da una località all’altra, con orari impossibili e temperature insopportabili, l’improvviso riavvicinamento con Caterina, la ragazza che in passato scelse di seguirlo negli States, prima che le loro strade di separassero.

La sensazionale cavalcata degli azzurri di Arrigo Sacchi nel corso del torneo, che culminerà amaramente nella finale di Pasadena, sarà scandita da una serie di incontri fugaci con la sua ex, pronta a rifarsi una vita a Boston e, sulla carta, difficile da riconquistare.

Promo