Festa del 1 maggio, il sindaco Decaro: «Il lavoro come forma di emancipazione e libertà»

«Mi sento di dedicare questa festa del 1 maggio a tutti i lavoratori, ma anche a chi il lavoro non ce l’ha, a chi l’ha perso e a chi ha smesso di cercarlo e invece devono continuare a cercarlo, perché il lavoro non è solo una fonte di reddito ma anche una forma di emancipazione e di libertà».

Lo ha detto il sindaco di Bari e presidente Anci Antonio Decaro in occasione del 1 maggio, partecipando della deposizione di una corona floreale nei pressi della lapide che ricorda Giuseppe di Vittorio, nella città vecchia di Bari, tra bandiere della pace, nell’ambito delle iniziative promosse dalla Cgil.

«Grazie alle associazioni e alle organizzazioni sindacali possiamo ricordare questi momenti – ha detto Decaro – , ricordare che ci sono stati donne e uomini che hanno lottato e alcuni hanno sacrificato anche la loro vita per i diritti dei lavoratori, per l’emancipazione. Diritti che ancora oggi non sono così scontati e quindi è giusto continuare a ricordare, e finalmente dopo due anni di restrizioni torniamo a vivere insieme questi momenti di memoria collettiva».

Promo