A Bari il libro “Chiara da Montefalco, una monaca medievale con il cuore aperto al mondo” di Marino Pagano

Gli appuntamenti letterari nel giardino della Fondazione Vittorio Bari, per la rassegna “Libriamoci”, proseguono sabato 7 maggio alle 18:30 a Palo del Colle. Sarà presentato per l’occasione il libro “Chiara da Montefalco, una monaca medievale con il cuore aperto al mondo” di Marino Pagano, edito da Fede e Cultura. A dialogare con l’autore sarò Rocco Berardi, studioso e linguista. Il calendario di “Libriamoci” è ricco di incontri finalizzati al dialogo e confronto con scrittori del panorama pugliese, in programma fino a giugno presso quello che presto diventerà il Teatro Vittorio Bari in Via Don Luigi Sturzo, 30/32, a Palo del Colle.

“Chiara da Montefalco, una monaca medievale con il cuore aperto al mondo” propone una ricerca sulla storia della Chiesa, del cristianesimo, nelle sue più varie espressioni. Una storia del monachesimo femminile. Un approfondimento sulla spiritualità monastica nell’Umbria medievale. Periodo, questo, che per l’autore necessita di una rivalutazione e di liberazione da quell’aura di negatività che lo circonda sin dall’Illuminismo. Nell’opera, Pagano, abbandonando i moderni metri di giudizio che potrebbero inquinare o ostacolare la comprensione di quanto scritto, narra la vita di una donna, una santa <>, ma capace di interfacciarsi con i teologi dell’epoca. Una santa aperta al mondo, come la definisce il titolo del volume. Una santa agostiniana, anche se molto influenzata dal francescanesimo, tanto che per secoli diversi studiosi hanno avuto dubbi sull’ordine monastico a cui apparteneva.

Marino Pagano è un giornalista culturale e divulgatore storico. Opera tra storia (come formazione) e mondo dei borghi come professione e passione (da giornalista, sui borghi italiani scrive su più riviste di viaggi, turismo e cultura – una su tutte, Borghi Magazine, rivista del Club dei Borghi più Belli d’Italia). Collabora alle pagine culturali del quotidiano nazionale Libero. Scrive di cultura identitaria del Sud e della Puglia, in particolare sulle riviste CulturaIdentità (nazionale), Puglia Amazing (regionale) ed Epolis (provinciale). Ha esperienza personale di studi in storia medievale. A sua cura anche una collana editoriale, in fase di lancio, con Radici Future. E’ direttore responsabile della rivista di studi, edita da Edipuglia, Studi Bitontini. Scrive recensioni sulla rivista nazionale Medioevo, edita dalla Giunti. Dirige anche la collana di ricerche storiche presso la casa editrice Secop. E’ presidente del Centro Ricerche di Storia ed Arte -Bitonto e si dedica all’ insegnamento di materie letterarie (Geografia ma anche Cittadinanza e Costituzione) in una scuola media della sua città.

I prossimi incontri letterari in rassegna sono in programma il 14 maggio (“Il verso giusto” di Angela Aniello), 28 maggio (“La velocità del respiro” di Annella Andriani Aloja), 4 giugno (“Kybarion” di Cosimo Lerario), 15 giugno (“Tenero il tuo lago d’erba tagliente” di Angela De Leo).

E’ possibile partecipare a tutti gli appuntamenti di “Libriamoci” con ingresso libero. Per maggiori info scrivere una mail a info@fondazionevittoriobari.it o chiamare la segreteria organizzativa al 3773872180.

Promo