Deloitte, nella sede di Bari previste mille nuove assunzioni a partire da giugno

Al via in Puglia il centro di eccellenza di Deloitte, un hub per attrarre talenti e supportare la crescita del territorio. Nella sede di Bari, dove già operano oltre 200 persone, sono previsti 1.000 nuovi ingressi a partire da giugno.

«Con il centro di eccellenza di Deloitte in Puglia – dichiara Fabio Pompei, amministratore delegato di Deloitte Italia – vogliamo ribadire il nostro supporto al Paese, in una fase fondamentale per accelerare e colmare il gap di competenze digitali rispetto alle altre principali realtà europee. Per farlo bisogna puntare sui giovani, investendo sulla formazione dei profili Stem e non solo e con uno sguardo particolare al Mezzogiorno, affinché le nuove generazioni possano acquisire le competenze per affrontare le nuove esigenze del mercato del lavoro».

Per il governatore Michele Emiliano «la Puglia è sempre più una terra attrattiva, capace di offrire prospettive di lavoro e realizzazione personale ai livelli più alti. Il fatto che realtà internazionali come Deloitte investano sui talenti, sulle menti, sulle competenze dei nostri giovani è il segno che in questi anni abbiamo lavorato nella direzione giusta, che abbiamo fatto bene a investire tanto in innovazione, ricerca, formazione, cultura, internazionalizzazione».

L’hub di Deloitte – si evidenzia in una nota – conferma il contributo del network alla trasformazione digitale del Paese e in particolare del Mezzogiorno, nel solco di iniziative già attuate come Operazione Talenti e Digita – promosse assieme all’Università degli Studi di Napoli Federico II – e nate con l’obiettivo di fornire ai giovani le competenze necessarie per consentire loro di essere protagonisti nella trasformazione del mercato del lavoro.

Promo