Eurorchestra da Camera di Bari: “Mon Piano…” della compositrice Paola Ciarlantini con Francesco Viviano al pianoforte

Prosegue “Musica in Libertà”, la rassegna di musica a cura dell’EurOrchestra che per quest’anno sta organizzando due concerti, sempre di martedì, uno al mattino alle 11.30 e uno nel pomeriggio alle 17, nella Chiesetta – Sala Matrimoni del Municipio 1, in via Trevisani 206 a Bari.

Martedì 10 maggio ci sarà la compositrice marchigiana Paola Ciarlantini, nota autrice di musica e musicologa, docente nel Conservatorio di Bologna. Nel corso del concerto la Ciarlantini, spiegherà cosa significhi scrivere musica oggi per una donna, e parlerà della sua produzione pianistica, affidata per l’occasione alla interpretazione del giovane e talentuoso pianista barese Francesco Viviano.

I concerti si arricchiranno anche della presentazione del libro “Filippo Cifariello. La vita, l’arte, gli amori”, edito da “Di Marsico Libri”. A parlarne sarà direttamente l’autore, lo scrittore Nicola Mascellaro.

I concerti proseguiranno ogni martedì fino al 5 luglio, per poi riprendere a ottobre: un concerto matinée alle 11.30 e un concerto pomeridiano, lo stesso, alle 17.00, per ampliare l’offerta culturale e artistica in questo periodo difficile.

«Un ringraziamento va alla sensibilità del Presidente del Municipio Lorenzo Leonetti e della direttrice Roberta Lorusso che per il secondo anno consecutivo hanno concesso il patrocinio gratuito alla manifestazione, che si svolge a beneficio della cittadinanza barese in un quartiere periferico, come il Libertà, carente di contenitori culturali, e al tempo stesso assetato di cultura e socialità» commentano i due direttori artistici dell’EurOrchestra, Francesco Lentini e Angela Montemurro, che,  soddisfatti della adesione del pubblico ai concerti, stanno preparando il programma  orchestrale di EurOrchestrainMusica 2022, che presenteranno a breve.

Inoltre i due Maestri stanno approntando il bando del X Concorso EurOrchestra-Nuovi Interpreti, fermo negli ultimi due anni causa pandemia, e che oggi vuol riprendere con convinzione e entusiasmo. «Sentiamo il dovere e l’urgenza di dare ai giovani dei segnali positivi di ripresa e di speranza, e dimostrare loro che abbiamo voglia di ascoltarli e valorizzarli, e porli alla attenzione del pubblico, che deve riprendere a frequentare i concerti con sempre più partecipazione, proprio per supportare i sacrifici di chi fin da piccolo si dedica alla non facile vita dello studente di musica, che sogna grandi traguardi e vive in una dimensione molto spirituale l’approfondimento e l’interpretazione delle opere dei grandi compositori, ma che spesso vive in una modalità duale la sua situazione, attratto  e distratto dalle “sirene” di richiami a  facili ed effimeri successi, possibili solo nel mondo vuoto dell’apparire, ma al tempo stesso capace di essere artefice del proprio futuro, scegliendo lunghi percorsi di esercizio e maturazione, nello scopo di  consolidare il proprio talento e la propria passione con una disciplina costante di studio e di approfondimento».

Ritornando al tema dei prossimi concerti, i due Maestri aggiungono: «L’incertezza e lo spaesamento rinvenienti dal susseguirsi di eventi tanto dirompenti, ineffabili e imprevedibili, hanno assuefatto tutti ad una socialità più limitata e a una chiusura forzata nelle mura protettive ma escludenti, della propria casa – spiegano Lentini e Montemurro – oggi abbiamo bisogno di stare con gli altri, e quale migliore occasione per rasserenare gli animi che ascoltare della buona musica in orari e giorni in cui non siamo avvezzi a incursioni culturali» e ancora dicono «Si tratta quindi di varare e sperimentare nuove formule di ascolto e partecipazione. Offriremo al pubblico tanti altri concerti agili, piacevoli, con interpreti di grande livello, con un occhio sempre rivolto particolarmente ai grandi talenti della nostra terra, e con una attenzione nuova anche al mistero della creatività e della scrittura musicale. Il pianoforte la fa da padrone, ma ci saranno incursioni anche in altri mondi ancora non segnati da sentieri battuti, come quello della musica acusmatica e della musica scritta dalle donne, come nel concerto di martedì 10».

I successivi appuntamenti, sempre alle 11.30 e alle 17 si terranno:

          Martedì 17 Maggio: Liricamente con il Duo Calliope, formato dal soprano Antonia Giove e dalla pianista Cinzia Maurantonio, che eseguiranno un programma di arie liriche del repertorio classico, con un breve viaggio finale nel mondo dell’operetta e della canzone d’autore;

          Martedì 24 maggio: Fascino ed eleganza: la musica delle compositrici, con la pianista e musicologa Annamaria Giannelli, propugnatrice della riscoperta delle Donne compositrici costrette spesso a restare nell’ombra da una redazione e da uno sguardo troppo unilaterali rivolti alla storia della musica;

          Martedì 31 Maggio: Omaggio a Skrjabin nel 150 anniversario della nascita, concerto affidato al pianista di fama internazionale Filippo Balducci, autore di libri e di ricerche musicologiche sull’autore russo, del quale eseguirà la Settima e la Decima Sonata e alcuni Studi e Mazurche;

          Martedì 7 Giugno: Omaggio a Sakamoto con il noto pianista Domenico Balducci, che tanto successo sta riscuotendo con i suoi concerti dedicati a musiche di autori contemporanei e al jazz, e che omaggerà il grande autore giapponese eseguendo alcune delle sue più belle e conosciute opere;

          Martedì 14 Giugno: Incontro con il compositore Franco Degrassi, stimatissimo compositore di musica acusmatica, e improvvisatore elettroacustico, docente nel Conservatorio di Foggia, che spiegherà il senso e la storia della musica acusmatica e ci condurrà all’ascolto di alcuni suoi brani;

          Martedì 21 Giugno: Tempo di chitarra, con il giovane e validissimo chitarrista Lorenzo Rodio, vincitore di diversi concorsi nazionali e internazionali, che eseguirà musiche di Bach, Mertz, Sor, e Castelnuovo Tedesco;

          Martedì 28 Giugno: Da Bach a Liszt, un viaggio musicale nell’Europa sette e ottocentesca, del pianista Luca Francesco Lomaglio, che eseguirà oltre ai due autori citati, anche brani di Chopin e di Beethoven;

          Martedì 5 Luglio: Il mondo fantastico di Schumann, un omaggio al grande compositore tedesco della pianista e musicologa Elisabetta Pani, docente di pianoforte nel Conservatorio di Bari, che tante energie dedica all’approfondimento interpretativo e storiografico sulla musica di questo autore, di cui eseguirà i Papillons op. 2 e la Kresleiriana op.16.

 

Per informazioni
328/4475514 – 340/6474749 – 080/5744559
www.eurorchestra.it
www.viaggiareinpuglia.it
https://www.facebook.com/groups/45444837611
https://www.facebook.com/EurOrchestra-da-Camera-di-Bari-1743604715956017

Promo