Granfondo Alberobello Murge verso i 500 iscritti e la novità del Campionato Nazionale Forense

Più si approssima il fatidico appuntamento di domenica 8 maggio, più l’attesa cresce e l’atmosfera continua a surriscaldarsi sempre di più ad Alberobello con la sua Granfondo che ritorna a due anni di distanza dopo l’emergenza sanitaria.

La 25°edizione, oltre a far parte del circuito Giro dell’Arcobaleno, si fregia del titolo di Campionato Nazionale Forense in seno all’AIMANC (acronimo di Associazione Italiana Magistrati, Notai): questo riconoscimento premia l’impegno e il curriculum organizzativo della Spes Alberobello nell’intento di attirare sempre più gente nuova e tanti altri sostenitori della manifestazione che arriva a toccare quota 500 iscritti.

L’evento si distingue per la particolarità dei luoghi che attraversano la granfondo di 104 chilometri con 1400 metri di dislivello e la mediofondo di 82 chilometri con 1100 metri di dislivello nel comprensorio dei Trulli, delle Grotte e del Mare fino a spingersi alla Marina di Monopoli.

La partenza è fissata alle 9:00 da Largo Martellotta con un gap di 15 minuti tra i partecipanti alla granfondo e quelli alla mediofondo. Al termine delle due gare non è previsto il pasta party ma sarà consegnato a ciascun corridore una sacca a fine gara contenente il necessario per il ristoro.

Promo