Tumore al colon: è stata eseguita per la prima volta una cromoscopia per bocca.

E’ stata eseguita, per la prima volta in Puglia, la cromoscopia per bocca, una innovativa tecnologia farmaceutica per la prevenzione e la diagnosi del tumore colon rettale.

La nuova procedura è stata impiegata nel Centro di Endoscopia digestiva della Asl Bari presso il presidio territoriale di assistenza di Gioia del Colle. Stando a quanto reso noto oggi, rispetto alla procedura standard, la nuova tecnologia farmaceutica prevede la somministrazione di compresse, invece del colorante che viene somministrato attraverso gli strumenti endoscopici, direttamente sulla zona da indagare, facilitando così l’esame e intercettando in maniera precoce lesioni di minime dimensioni del colon e del retto.

La paziente a cui è stata somministrata, 69 anni, aveva in precedenza subito un intervento al colon per patologia benigna e che necessitava di uno screening semplicemente legato all’età. I dati presenti in letteratura dimostrano che, con tale metodica innovativa, si può raggiungere un incremento sul riconoscimento dei precursori del cancro fino al 12%.

«Una premessa interessante per combattere più attivamente la seconda causa di morte per cancro al mondo», sottolinea il responsabile dell’equipe di Endoscopia digestiva del Pta di Gioia del Colle, Enzo Lattarulo. «La procedura, inoltre, può ridurre l’incertezza sui falsi positivi di circa il 6,5% e torna molto utile anche nelle forme infiammatorie croniche dell’intestino, come la rettocolite ulcerosa, che è notoriamente gravata da una sensibile incidenza di degenerazione neoplastica», conclude.

Promo