Premiata giovane ricercatrice del Poliba: progetto per il trasporto merci a basso impatto ambientale

La tesi di dottorato di una ricercatrice del Politecnico di Bari, Aleksandra Colovic, dedicata al settore dei trasporti e della tecnologia eHighway, dal titolo “Una tecnologia innovativa per il miglioramento dell’impatto ambientale per il trasporto merci”, ha vinto la 17 edizione del premio Europeo “Friedrich List” 2022 destinato a giovani ricercatori europei in Scienze dei Trasporti.

Il sistema “eHighway” fornisce energia elettrica ai FiloTIR, veicoli ibridi collegati a linee elettriche aeree attraverso pantografo, consentendo un abbattimento dei consumi energetici stimato del 50% e quello delle emissioni fossili, su scala locale, fino all’80-90%.

La nuova tecnologia è già in corso di sperimentazione in Svezia, Germania, California. In Italia è prevista la sperimentazione su un tratto dell’autostrada A35, MilanoBrescia.

Nella tesi di dottorato della ricercatrice Poliba, 29enne serba, è stato sviluppato un nuovo modello multi-obiettivo di progettazione della elettrificazione nell’ambito della nuova tecnologia di eHighway system proposto dalla Siemens per la ricarica/alimentazione di veicoli pesanti elettrici tramite catenaria. Il premio sarà conferito alla giovane ricercatrice dall’European Platform of Transport Sciences Foundation e.V. e Young Forum of European Transport Sciences il 9 giugno a Gyoer (Ungheria), in occasione del 20th European Transport Congress.

«Questo premio – dichiara il vice coordinatore del dottorato di ricerca in “Rischio e Sviluppo Ambientale, Territoriale ed Edilizio” del Poliba, il professor Michele Ottomanelli – è un significativo riconoscimento. Ciò lascia ben sperare per il futuro della ricerca del Politecnico di Bari in questo sempre più strategico settore dedicato ai trasporti, all’ambiente, al territorio».

Promo