A Bari l’incontro “Matematica e matematici del Novecento, Raccontando Ennio De Giorgi”

«Venerdì 20 Maggio 2022 alle 15.00 alle 19.00 presso l’Aula I del Dipartimento di Matematica dell’Università degli studi di Bari Aldo Moro, si terrà l’incontro “Matematica e matematici del Novecento, Raccontando Ennio De Giorgi.” 
I relatori Francesco Paolo De Ceglia, Lucilla Cannizzaro, Fabio Lusito, Andrea Parlangeli ci condurranno nella storia scienza e in particolare della matematica della seconda metà del novecento. Anche l’università e la città di Bari venne attraversata dalle novità didattiche portate da Emma Castelnuovo e Lucio Lombardo Radice. La stessa aula dove si
svolgerà l’evento fu luogo di una conferenza del grande matematico Ennio De Giorgi di cui oltre alla biografia e alle idee, i presenti potranno ammirare appunti autografi esposti nel Museo della Matematica.  


Consigliato per docenti universitari e docenti di scuola, studenti universitari e curiosi di storia e matematica. Per informazioni: museo.matematica@uniba.it
IN DETTAGLIOIl Prof. Francesco Paolo De Ceglia, direttore del Centro Interuniversitario, Seminario di Storia della Scienza condurrà l’incontro e lo introdurrà con un excursus “sulle orme di Galileo”. La Prof.ssa Lucilla Cannizzaro dell’Università di Roma La Sapienza ricorderà la figura e i metodi di Emma Castelnuovo che rimise al centro
dell’apprendimento matematico l’allievo. Di concerto il PhD Fabio Lusito dell’Università di Bari riporterà alle idee di Lucio Lombardo Radice che fu interprete della ricerca in matematica quanto della didattica quanto della relazione tra politica scuola e primi passi della comunicazione matematica in Italia. Il giornalista scrittore Andrea Parlangeli è invece autore della più completa biografia di Ennio De Giorgi. Citare l’opera matematica del grande scienziato leccese è impossibile senza descriverne i pensieri sulla immaginazione e sulla pace. Gli appunti autografi di Ennio De Giorgi in esposizione al MuMa saranno un modo per provare a sbirciare nella mente del genio o nei pensieri di chi amava definirsi servo della Sapienza».


Lo rende noto in una nota Sandra Lucente, Presidente del Museo della Matematica, Dipartimento di Matematica, Università di Bari. 

Promo