Polignano: Domenico Vitto rassegna le dimissioni

Intende dimostrate la sua “piena estraneità ai fatti” e ha così rassegnato le dimissioni “irrevocabili” dalla carica di sindaco.

È quanto annuncia in un post pubblicato sui social, Domenico Vitto primo cittadino di Polignano a Mare finito ai domiciliari lo scorso 21 aprile nell’ambito di una inchiesta su presunti appalti truccati.

«Mi è stata appena notificata la revoca della nomina del commissario prefettizio (da parte della prefettura di Bari, ndr) – scrive VittoFare il sindaco è stata una scelta che ha cambiato la mia vita e che rifarei cento volte ma oggi ho un obiettivo imprescindibile: dimostrare la mia piena estraneità ai fatti di cui sono accusato. Per questo ho rassegnato le mie dimissioni irrevocabili e non tornerò, neppure per un giorno, a fare il sindaco»«Lo devo – aggiunge – a me stesso, alla mia famiglia, ai cittadini che mi hanno eletto e che hanno mantenuto, intatta, la loro fiducia in me».

Promo