Nostra intervista: Veronica Maya: «Ho finalmente raggiunto l’equilibrio»

Veronica Maya, pseudonimo di Veronica Russo, nasce a Parigi nel 1977 sotto il segno del cancro.

La sua carriera inizia da giovanissima, intorno agli anni 2000 infatti conduce il programma dedicto alla Lazio “Lazialità in tv“, di cui è tifosa. 

Le sue doti artistiche sono apprezzate dal grande pubblico così negli anni successivi debutta sulle reti nazionali, approdando prima in Rai e successivamente in Mediaset.

Poliedrica e solare ha condotto nel corso degli anni moltissime trasmissioni di successo, divenendo oggi uno dei volti più noti e amati della televisione italiana.

 

Conduttrice, attrice, show-girl e opinionista. Qual è il tuo vero amore?

 

Dunque ho fatto teatro, cinema, ma senza ombra di dubbio sono innamorata della tv.

 

Senza presunzione ti dico che mi viene facile l’approccio con la televisione. Nel corso della mia carriera lavorativa non ho mai avuto difficoltà ad affrontate i programmi che ho condotto nonostante la loro diversità.

 

Oggi ho la fortuna di fare tante cose diverse a parte la conduzione che si vede in tv.

 

Mi occupo infatti di audio-libri per bambini con uno scopo didattico, musicale e artistico. Siamo ormai a diverse edizioni con l’orchestra che mi accompagna nel corso dei diversi spettacoli.

 

Gestisco inoltre due società, una di eventi che lavora in Campania e l’altra che ha a che fare con le eccellenze nel mondo del food.

 

Seguo anche la comunicazione del gruppo social media di mio marito, che è un chirurgo plastico. Conoscendo le esigenze comunicative, metto a disposizione dello staff le conoscenze professionali e l’esperienza maturata in 20 anni nel settore.

 

Mi piacerebbe poter continuare a farle tutte.

 

 

Se qualcuno dei tuoi figli decidesse di seguire le tue orme lavorative ne saresti felice?

 

Contenta si, ma preoccupata anche. Lo sarei per qualunque fosse il percorso prescelto.

 

Non mi preoccupa l’ambiente televisivo, ma l’evoluzione del mondo in genere e la piega che sta prendendo negli ultimi anni.

Forse un tempo non c’erano tante preoccupazioni, o magari ero io che non le percepivo.

 

Personalmente cerco di non trasmettere queste ansie ai miei figli, nonostante le abbia.

Cerco di farli crescere sereni e liberi, così come lo sono stata io durante la mia adolescenza. Penso che la libertà mi abbia fatto del bene.

 

Per il momento sono ancora piccoli, cerco di essere vigile, attenta, ma soprattutto presente.

 

 

Hai fatto e continui a fare tante cose diverse. Cosa manca al tuo curriculum che vorresti ancora fare?

 

Sono cresciuta con un grande rispetto per il lavoro, ho lavorato da ragazzina imparando a maneggiare il denaro in modo oculato,

ad essere autonoma e responsabile.

 

Tra la carriera, i 18 anni in Rai, tante soddisfazioni e sogni che neanche osavo immaginare e che sono diventati poi reali, direi che non manca nulla. Mi ritengo soddisfatta perché ho finalmente raggiunto un equilibrio!

 

Mi ritengo una donna risolta, ho tre figli bellissimi di cui mi occupo e che amo, ho un marito con cui costruiamo la quotidianità.. il lavoro non manca, né la fantasia e l’energia!

 

Oggi rispetto al passato dove il lavoro veniva sempre prima di tutto, nella mia mente mi sembrava addirittura un peccato tralasciare l’occasione, le opportunità, ho imparato a selezionare trattando con riservo i momenti della famiglia, rispettando l’intimità degli spazi, in cui il lavoro non deve entrare.

 

Parteciperesti ad un reality e nel caso a quale?

 

Mi hanno proposto di partecipare a diversi reality show, ma ho sempre rifiutato perché è un mondo che non mi appartiene.

Ho rinunciato a compensi molto importanti, e non lo dico con spocchia ma per il rispetto del percorso e della famiglia che costruito.

 

Mi dispiace, ma non mi vedrete mai in un reality!

 

 

Potendo tornare indietro e dare un consiglio alla Veronica adolescente, cosa le diresti?

 

Premesso che rifarei tutto in quanto non ritengo di aver commesso grossi errori. Quelli che ho fatto con il tempo si sono rivelati utili.

 

A volte forse sono stata un po’ ingenua, ma non è una colpa che mi voglio prendere, perché è la mia natura.

Nella vita sono una persona generosa, positiva, non vedo mai il losco.. non vorrei cambiare.

 

Il consiglio? Sii sempre te stessa e non cambiare, mai!

VINCENZO DE MARINO

Promo