Dopo 47 anni torna in Puglia il congresso nazionale ASPA

Dopo 47 anni torna in Puglia il congresso nazionale dall’Associazione per la Scienza e le Produzioni Animali (ASPA). Si svolgerà il prossimo anno a Monopoli. La presidenza dei comitati scientifico e organizzativo affidata a due professori dell’Università di Bari.
Curerà la segreteria organizzativa la Meeting Planner.
La 25^ edizione del Congresso nazionale promosso dall’Associazione per la Scienza e le Produzioni Animali (ASPA) si svolgerà il prossimo anno, dal 13 al 16 giugno, al ‘Torre Cintola – natural sea emotions’, posizionato di fronte al mare di Monopoli (‘Bandiera blu’ 2021 – 2022), in località Capitolo. La notizia è stata ufficializzata nelle ultime ore al termine del convegno ASPA 2022 tenutosi presso l’Università di Palermo.
Il congresso ASPA tornerà in Puglia dopo ben 47 anni. La precedente edizione, infatti, si svolse a Bari dal 17-20 maggio 1976.
Organizzato dall’Università di Bari con il supporto dell’Università Federico II di Napoli, l’Università della Basilicata, l’Università del Molise, l’Università di Foggia e del Centro di Zootecnia e Acquacoltura di Bella Muro (Pz) del Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria (CREA), l’evento rappresenta la principale iniziativa che l’ASPA promuoverà in occasione del 50esimo anniversario della sua costituzione, avvenuta nel 1973.
In Puglia giungeranno oltre 500 ricercatori ed esperti provenienti da tutta Italia e dall’estero.
La presidenza del comitato scientifico e del comitato organizzatore è stata affidata a due professori dell’Università degli Studi di Bari, rispettivamente la prof.ssa Angela Gabriella D’Alessandro – Dipartimento di Scienze Agro Ambientali e Territoriali e il prof. Pasquale De Palo – Dipartimento di Medicina Veterinaria.
“Il tema dominante dell’edizione 2023 del nostro Congresso – sottolinea il prof. De Palo – sarà la sostenibilità delle produzioni zootecniche, un tema estremamente attuale che sta sempre più influenzando le nostre ricerche a vantaggio dell’ambiente e dei consumatori. È sempre più urgente operare una ‘trasformazione sostenibile’ dei processi produttivi e promuovere il concetto di ‘consumo consapevole’ per contribuire a garantire il futuro del Pianeta. L’obiettivo è duplice: migliorare l’efficienza del sistema zootecnico per soddisfare la crescente richiesta di prodotti di origine animale di qualità, partendo da una sempre maggiore attenzione verso tecniche che mirino ad innalzare gli standard di benessere animale e, al tempo stesso, ridurre l’impatto ambientale avvalendosi di moderne tecnologie e nuovi approcci”.
L’ASPA ha lo scopo di favorire il progresso delle scienze e delle tecnologie che interessano gli animali in produzione zootecnica, la fauna ittica, gli animali da compagnia e da sport, gli animali da lavoro e la fauna selvatica e, inoltre, i fattori ambientali, paesaggistici, etologici, economici, il benessere degli animali, la qualità, la sicurezza e l’utilizzazione dei prodotti di origine animale.
L’ASPA promuove la collaborazione con Enti e Associazioni nazionali e internazionali che operano per il progresso delle scienze animali, la ricerca nei vari settori in cui si articolano le scienze animali e lo svolgimento di ogni altra attività scientifica e culturale ritenuta utile per il raggiungimento dei fini sociali.
Il comitato organizzatore del congresso ASPA 2023 ha affidato la segreteria organizzativa a Meeting Planner, azienda pugliese specializzata nella progettazione e realizzazione di eventi, che prevedono nuovi format e nuove forme di coinvolgimento dei partecipanti.

Promo