All’arbitro molfettese Giovanni Ayroldi un ambito premio a Civitavecchia

Un prestigioso riconoscimento per  stagione sportiva appena terminata e un auspicio per l’ imminente futuro all’arbitro Molfetta Giovanni Ayroldi 

Venerdì 10 giugno presso la sala conferenze dell’Autorità Portuale si  è tenuto  l’evento della sezione Aia di Civitavecchia.

In grande spolvero è tornato ”Un fischio tra le onde”: quest’anno l’ospite è stato  l’arbitro Ayroldi di Molfetta

Dopo due anni di assenza a causa del Covid-19 è stato riproposto  “Un fischio tra le onde”, il premio nazionale organizzato dalla sezione Aia di Civitavecchia giunto quest’anno alla ventesima edizione. Tanti gli ospiti illustri presenti all’evento nella  sala conferenze dell’Autorità Portuale, a partire dall’arbitro della Commissione Nazionale serie A e B Giovanni Ayroldi della sezione di Molfetta. Alla serata hanno partecipato  anche dirigenti, arbitri e assistenti dell’Aia a livello nazionale e regionale, che hanno arricchito  la manifestazione che da tradizione è la festa di fine stagione della sezione civitavecchiese guidata dal presidente Gian Luca Ventolini. Quella che si sta per concludere è stata la stagione della ripresa e del ritorno alla normalità dopo i due anni di stop imposti dalla pandemia da Coronavirus. Gli arbitri, gli assistenti e gli osservatori di tutte le sezioni arbitrali sono ripartiti di slancio ottenendo risultati importanti sia a livello sezionale che sui palcoscenici regionali e nazionali. “Un fischio tra le onde” è da sempre la giusta vetrina in cui vengono consegnati  i riconoscimenti agli associati che si sono maggiorenti distinti sia nel calcio ma anche nel calcio a 5 che negli ultimi anni ha regalato tante soddisfazioni alla sezione di Civitavecchia.

Un bel riconoscimento per l’arbitro molfettese Giovanni Ayroldi che ha arbitrato  in questa stagione importanti gare e ha avuto spesso gli occhi addosso proprio perché erano sfide nazionali o  internazionali di grande interesse. A lui non possiamo che augurare di raggiungere altri prestigiosi traguardi e di portare alto il nome di Molfetta e della locale sezione AIA.

Paola Copertino

Promo