Comunali, a Molfetta sfida tra Minervini e Drago

Sarà il turno di ballottaggio a proclamare il sindaco a Molfetta, città del barese dove gli elettori il prossimo 26 giugno dovranno scegliere tra l’uscente e civico Tommaso Minervini e Pasquale Drago, ex Pm, sostenuto tra gli altri da Pd e M5S. I due hanno rispettivamente raggiunto il 47,86% e il 23,65% dei consensi.

Il candidato di centrodestra Pietro Mastropasqua ha racimolato il 20,38% delle preferenze, mentre Giovanni Infante di Rifondazione comunista e “Più di così” l’8,11%.

«Siamo la prima forza a Molfetta. La città ha premiato la coalizione dei fatti concreti, delle politiche e dei progetti. Ci avviciniamo al secondo turno con fiducia, certi che il cambiamento iniziato cinque anni fa proseguirà con la prossima consiliatura. Con l’auspicio di riuscire a risvegliare la passione e la partecipazione dei nostri concittadini che, al primo turno, si sono astenuti dalla partecipazione attiva», commenta all’indomani dal voto Tommaso Minervini.

Promo