Torna a Bari la ‘Festa del Mare’, tra jazz e musica classica

Dal 18 giugno al 2 settembre torna a Bari la ‘Festa del Mare‘, la rassegna di musica promossa da Regione Puglia in collaborazione con il Comune di Bari e realizzata dal Teatro Pubblico Pugliese, giunta alla sua quinta edizione.

Il calendario fonde in 13 serate il Premio Nino Rota che sarà conferito a cinque giovani compositori, il Bari Piano Festival e Bari in Jazz, l’anteprima del Locus Festival con il concerto di Alt J, una delle più importanti band inglesi, in programma nello spazio antistante il Faro Borbonico nel porto di Bari con la presentazione del suo nuovo album “The Dream” (unica data al Sud Italia) e il concerto di chiusura ‘A part of me’ piano solo di Mirko Signorile.

«Ci sono tante location sul mare che abbiamo riscoperto e valorizzato ha detto il sindaco Antonio Decaro – rendendo la ‘Festa del Mare’ un brand che la città intende continuare a coltivare».

Per Bari Piano Festival, dal 21 al 29 agosto, Torre Quetta, piazza San Nicola, Chiostro di Santa Chiara e Waterfront di San Girolamo ospiteranno un omaggio a Philip Glass per gli 85 anni del compositore con Dennis Russell Davies e Maki Namekawa. E ancora Louis Lortie, una maratona del Novecento musicale con i tre pianisti Serena Valluzzi, Giancarlo Simonacci e Sun Hee You sulle note di Ravel e Debussy.

Filippo Gamba, poi, si esibirà in un recital con Chopin, Rachmaninov e Beethoven. Quindi una “antipresentazione” del romanzo di Omar Di Monopoli ‘Brucia l’aria’, con l’intervento dei tre pianisti/tastieristi Antonello Salis, Vito Di Modugno e Francesco Negro. Toccherà poi al pianista olandese Ralph van Raat e al jazzista austriaco David Helbock. Bari in Jazz propone due appuntamenti a Bari e Torre a Mare con Arooj Aftab, per la prima volta in Italia con un tour estivo nel mese di agosto e Cristina Donà.

Promo