Il barese Caracciolo secondo nel Gran Premio di Sanremo

Due secondi posti, compreso quello nel Gran Premio (26 mila euro), per il barese Gianluca Caracciolo al Concorso internazionale di equitazione salto ostacoli di Sanremo. Il cavaliere è giunto in Liguria insieme a due amazzoni e si ripeterà questo weekend nella Città del Festival dove è in programma il secondo e ultimo con la qualifica federale di internazionale dell’anno. Il primo evento ha richiamato cavalieri e amazzoni di quasi tutti i continenti (Europa, le due Americhe, Africa e Asia per complessive 15 nazioni). Gianluca Caracciolo si è classificato secondo in C145 e in C135, in sella a Quality Date Z. Nel prio caso alle spalle del campione azzurro Massimo Grossato e nel secondo dietro un altro azzurro, azzurro Filippo Bologni. Caracciolo ha poi portato nella stessa gara un altro cavallo, Contessa, al terzo posto. Ottimo anche il terzo posto ottenuto in un’altra C140 preceduto solo dal reggiano Filippo Bologni e dal cremasco Gregorio Spinelli.
Caracciolo, 48 anni, è nato a Taranto ma da 15 anni vive a Bari. E’ tesserato per la scuderia che porta il suo nome e monta al Terra degli Ulivi di Ruvo di Puglia. Ha vinto, in carriera, molte gare anche internazionali, e pure vestito la maglia della Nazionale. hobby e passioni oltre i cavalli? “Ho quattro figli – risponde – e tra loro e i cavalli non ho tempo per altro. Comunque mi piace il calcio, tifo Bari e amo la boxe”. Sport che ha anche praticato. I suoi figli hanno un’età fra i 2 e i 18 anni. “Ma non praticano l’equitazione – spiega -. Spero almeno di contagiare la più piccola, ultima arrivata”.
Il team barese è completato da Federica Ameri, 39 anni, parente del noto radiocronista Enrico, e Silvia Proia, 26 anni, origini campane e residenza a Bari, ingegnere che in passato a vinto qualche internazionale.
Il terzetto è impegnato anche nel prossimo e consecutivo concorso internazionale ancora in programma a Sanremo dal 17 al 19, organizzato dalla Società Ippica Sanremo della presidente Maria Grazia Valenzano Menada. Solo Caracciolo è tornato a Bari per essere poi nuovamente a Sanremo giovedì. Ameri e Proia si stanno godendo invece la Città dei Fiori e del Festival senza però montare ogni giorno un paio d’ore i loro cavalli.
 
Nella foto: Gianluca Caracciolo con uno dei suoi cavalli

Promo