Alberobello: arriva il salatissimo canone unico patrimoniale per gli ambulanti

Eletto il nuovo sindaco ad Alberobello gli Ambulanti sono nuovamente sul piede di guerra. In realtà non avevano mai smesso di protestare dopo il trasferimento del mercato dal suo luogo storico, dal cuore pulsante della Capitale dei Trulli. Dapprima in c.da Popoleto, da cui venne trasferito prima che ci scappasse il morto grazie alle denunce presentate dall’Associazione CasaAmbulanti, ed ora in c.da Barsento dove il blitz della Giunta Longo, a pochi mesi dalla fine del suo mandato conclusivo dell’esperienza politica e sindacale ad Alberobello, trasferì quel mercato che oggi continua a soffrire di una condizione di estremo degrado e di assoluta decrescita in termini di attrattiva e di produttività. Una situazione che oggi diventa ancor più incandescente.

Il perché lo spiega il Presidente CasAmbulanti, Savino Montaruli che dichiara: «in queste ore gli ambulanti del mercato settimanale del giovedì ad Alberobello stanno ricevendo la botta finale. Il comune, prima della fine della consigliatura, senza alcuna concertazione sindacale, ha approvato le tariffe per il pagamento del Canone Unico Patrimoniale Mercatale per l’occupazione del suolo pubblico. Una richiesta di pagamento che, per una superficie media, arriva addirittura a superare i 500 euro l’anno per soli 52 mercati in periferia. Una bella botta condita di beffa. A parte il fatto che il comune di Alberobello, nel decidere tale tariffa, avrebbe palesemente violato quanto disposto dalla legge nazionale in materia di applicazione del Canone Unico Patrimoniale per gli ambulanti dei mercati disattendendo anche le due Risoluzioni Ministeriali del MEF a tale proposito, applicare una tariffa di questo genere per un mercato in periferia, declassato e contestato è davvero un accanimento contro i piccoli commercianti ed i lavoratori. Se poi – continua Savino Montaruli questa tariffa si riferisca al mercato da riportare immediatamente nel centro del comune di Alberobello, come da noi sempre richiesto, allora credo ci possano essere dei margini di discussione e di confronto. A tal proposito invito il neo Sindaco, Francesco De Carlo, a voler fissare un incontro con la scrivente ai fini della discussione dell’intera tematica relativa proprio al mercato di Alberobello ora che sono finalmente finite le speculazioni elettorali anche su questo argomento delicatissimo che sta molto a cuore agli alberobellesi» – ha concluso Montaruli.

Promo