Bari, il Consiglio metropolitano approva il bilancio di previsione: manovra da 981 milioni di euro

La Città Metropolitana di Bari ha approvato il bilancio di previsione 2022-2024 con una maggiore capacità di spesa, anche grazie alla possibilità di utilizzare quasi 40 milioni di avanzo di amministrazione 2021 per finanziare spese di investimento e per l’estinzione anticipata di mutui. 

L’approvazione è arrivata oggi dal Consiglio metropolitano, su relazione del consigliere delegato, Michele Laporta. Si tratta di una manovra complessiva pari a oltre 981 milioni di euro, di cui 740 milioni di spese investimento e 180 milioni di euro di spesa corrente. Ventotto milioni sono destinati alla manutenzione straordinaria delle strade provinciali, fondi che insieme ai finanziamenti ottenuti dal Mit (ministero dei Trasporti) consentirà di mettere in sicurezza una parte consistente dei 1700 chilometri di strade di propria competenza.

Viabilità ed edilizia scolastica restano le deleghe principali dell’Ente: la spesa per la manutenzione ordinaria, pronto intervento, vede 2 milioni e 400 mila euro per le strade del territorio metropolitano, mentre per le scuole sono stati stanziati 3 milioni e 900 mila euro e oltre 3 milioni e 400 mila euro per la manutenzione straordinaria. A queste cifre si aggiungono contributi statali e regionali. Inoltre, la spesa per il personale dipendente, quest’anno, è stata incrementata di oltre 4 milioni di euro per l’attuazione del Piano triennale dei fabbisogni del personale, approvato dal Consiglio metropolitano, che prevede oltre 90 nuove assunzioni fino al 2024 di vari profili professionali. Tra le entrate si registrano anche circa 800 mila euro per il lavoro della Polizia metropolitana per infrazioni al codice della strada e al Testo unico in materia ambientale.

Promo