Bari, mercato al via il primo luglio: le novità regolamentari sulle rose in B

Il Bari attende con pazienza l’apertura della finestra estiva di calciomercato, che inizierà ufficialmente il primo luglio prossimo. Il diesse Polito intavola intanto le prime trattative, conscio della modifica regolamentare che entrerà in vigore tra una decina di giorni, relativa ai prestiti.

Le modifiche rispetto all’attuale normativa in proposito potrebbero incidere non poco sulle contrattazioni dei galletti. Tra le principali novità, il limite massimo di 3 prestiti a stagione da e verso una singola società. Questo potrebbe comportare dei cambiamenti nella strategia dei pugliesi, legati a doppio filo al Napoli, anche per le questioni legate alla medesima proprietà, e con plurimi contatti avviati, ad esempio, con l’Atalanta per alcuni giovani del vivaio bergamasco.

Nella prossima annata calcistica, in ogni caso, nessuna compagine potrà avere più di 8 giocatori complessivamente in prestito provenienti da altre squadre, che scenderanno a 7 nel 2023 ed a 6 nel 2024.  A queste limitazioni, ad ogni modo, non sarebbero soggetti i calciatori under 21.

A questo quadro va aggiunto il target previsto dal regolamento per l’allestimento delle rose in B, che consente di avere una lista di non più di 18 giocatori di età superiore ai 23 anni, un paio di calciatori definiti “bandiera” (cioè con caratteristiche anagrafiche identiche ai precedenti, ma almeno 4 anni di militanza continuativa nel club, comprese le giovanili) ed un numero illimitato di under 23. 

Promo