“Del racconto, il film”: cambiano location e film per la tappa del 3 luglio

Continua il festival Del Racconto, il Film in programma dal 18 giugno al 24 luglio 𝘁𝗿𝗮 𝗕𝗮𝗿𝗶𝗠𝗼𝗹𝗮 𝗱𝗶 𝗕𝗮𝗿𝗶𝗚𝗶𝗼𝘃𝗶𝗻𝗮𝘇𝘇𝗼𝗦𝗮𝗻𝗻𝗶𝗰𝗮𝗻𝗱𝗿𝗼 di Bari 𝗲 𝗾𝘂𝗮𝘁𝘁𝗿𝗼 𝘁𝗮𝗽𝗽𝗲 𝘀𝗽𝗲𝗰𝗶𝗮𝗹𝗶 𝗻𝗲𝗹𝗹𝗰𝗮𝘀a c𝗶𝗿𝗰𝗼𝗻𝗱𝗮𝗿𝗶𝗮𝗹𝗱𝗶 𝗧𝗿𝗮𝗻𝗶 – sezione maschile e sezione femminile. Un appuntamento, oramai immancabile per l’estate pugliese che quest’anno taglia il nastro della sua tredicesima edizione.

 

Il festival, organizzato da sempre dalla cooperativa sociale I Bambini di Truffaut, con la direzione artistica di Giancarlo Visitilli, è un’iniziativa della Regione Puglia – Assessorato Cultura e Turismo a valere sulle risorse del Patto per la Puglia FSC 2014-2020 – prodotta da Apulia Film Commission nell’ambito dell’intervento Apulia Cinefestival Network.

 

Sabato 2 Luglio il festival fa tappa a Mola di Bari al chiostro Santa Chiara per una serata realizzata in collaborazione con Teatro Pubblico Pugliese e Ordine Avvocati Bari, dal titolo “Del Racconto, la Denuncia”, intervengono Cosima Buccoliero e Serena Uccello con il loro “Senza sbarre. Storia di un carcere aperto” (Einaudi), Giuseppe Del Grosso, Ufficio del Garante dei Diritti del Minore e del Garante delle Persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale – Regione Puglia, Ebe Guerra, Coordinatrice Commissione Cultura Ordine Avvocati Bari; Giuseppe Gatti, magistrato della  Direzione nazionale Antimafia. A seguire va in scena lo spettacolo Stoc ddò / Io sto qua di Sara Bevilacqua (ingresso 2 euro).

 

CAMBIANO LOCATION E FILM PER LA TAPPA DEL 3 LUGLIO

 

Domenica 3 Luglio a Bari nel giardino interno della scuola Diomede Fresa su largo S. Anselmo

(nelle vicinanze del Panificio Fiore) c’è “Del Racconto, la Verità (e la finzione)”, in collaborazione con Libera Puglia e Ordine Giornalisti Puglia. Jury Romanini racconta un mondo che sta per essere sommerso e che invece si perpetua nell’esistenza mitica dell’umanità con il suo “La forma della farfalla” (LiberAria). A seguire sarà proiettato il film “In viaggio con Che Guevara” di Gianni Minà, per l’occasione Loredana Macchietti presenterà il progetto “Minà’s Rewind”, una novità assoluta nel panorama del giornalismo, perché per la prima volta vengono fatti arrivare alla luce tutti quei documenti filmici che non sono mai andati in onda e che appartengono a Gianni Minà. Intervengono Piero Ricci, giornalista (La Repubblica) e presidente Ordine Giornalisti Puglia; Loredana Macchietti, moglie di Gianni Minà; Eugenio Baldassarri Hernandez, aiuto regia; Giuseppe De Marzo, presidente nazionale Numeri Pari Libera; don Angelo Cassano, referente Libera Puglia; Annamaria Ferretti, direttora L’Edicola del Sud.

           

Sono quattro gli incontri organizzati nella Casa circondariale di Trani sez. femminile e sez. maschile in collaborazione con il Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale Regione Puglia e Ordine Avvocati Bari.  Il prossimo appuntamento è martedì 5 luglio con un’anteprima internazionale “Behind bars. Rock oltre le sbarre”, un documentario realizzato da Bob Cillo nelle carceri, prodotto dalla cooperativa sociale “I Bambini di Truffaut” con la regia di Bob Cillo e le riprese video di Piero Caforio. Una testimonianza attraverso i suoni e le immagini di un laboratorio condotto con empatia e passione con i detenuti del carcere di Trani. Behind Bars è una concept band espressamente impegnata nella problematica sociale della detenzione carceraria e utilizza la propria musica per portare solidarietà a chi vive dietro le sbarre

 

Tutti gli incontri sono alle ore 19, sino ad esaurimento posti

Info 342.662.41.10  
http://www.ibambiniditruffaut.it/

Promo