Il 3° corso C.R.F. (Coordinator Rescue Forces), unico nel suo genere per salvataggio dei sottomarini, in visita alla stazione satellitare di Bari

Gli Ufficiali sommergibilisti del 3° corso C.R.F. (Coordinator Rescue Forces) hanno effettuato nei giorni scorsi una  visita alla Stazione satellitare di Bari

Questa mattina, la Stazione satellitare italiana COSPAS-SARSAT di Bari ha ricevuto la visita degli Ufficiali sommergibilisti frequentatori del 3° corso C.R.F. (Coordinator Rescue Forces), organizzato dalla scuola di addestramento del Comando flottiglia sommergibili della Marina militare di Taranto, nell’ambito dell’attività formativa  dell’I.S.M.E.R.L.O. (International Submarine Escape and Rescue Liaison Office). 

Il corso, unico nel suo genere in ambito NATO, risponde ad un’importante esigenza della comunità internazionale, quella di farsi trovare pronta quando chiamata a svolgere un’operazione di salvataggio ad un sottomarino sinistrato in una situazione di assoluta emergenza tecnica, psicologica e mediatica.

Gli Ufficiali, di nazionalità italiana ed estera (Stati Uniti, Canada, Gran Bretagna, Grecia, Paesi Bassi, Sud Africa, Turchia, Norvegia ed Australia), accompagnati dal Capitano di Fregata Andrea Molaschi, attuale Head of I.S.M.E.R.L.O., sono stati accolti da un video-messaggio di benvenuto del Contrammiraglio Vincenzo Leone, Direttore marittimo della Puglia e della Basilicata Ionica. 

Al termine dell’incontro, nel corso del quale sono stati forniti contenuti informativi inerenti al sistema internazionale COSPAS-SARSAT ed alla gestione operativa del M.C.C. (Mission Control Centre) italiano, il Direttore della Stazione satellitare, Capitano di Fregata Angelo Maggio, ha avuto il piacere di consegnare al comandante Molaschi il Crest istituzionale che, recando il motto “DE CAELO SPES”, ribadisce l’importanza operativa ma anche psicologica delle più recenti tecnologie satellitari a supporto delle operazioni di ricerca e soccorso.

Promo