Prenderà il via a Bari ‘Felicità Adriatica’ del Granteatrino Casa di Pulcinella. Spettacoli e laboratori gratuiti per assistere al grande teatro di figura

A Bari, a pochi
metri dal mare, proprio al centro di tre quartieri periferici come San
Girolamo, San Cataldo e Marconi, la felicità prende forma e si fa corpo,
parola, legno fili e stoffa.

A Bari, la
felicità diventa concreta grazie al progetto del Granteatrino Casa di
Pulcinella
che presenta “Felicità Adriatica” un calendario che parte
dalle suggestioni ispirate dal mare e dalle parole di Pier Paolo Pasolini
dedicate al suo viaggio a Bari negli anni
cinquanta: “… Alzato il sipario del buio, la città compare in tutta la sua
felicità adriatica…”.

 

Racconti
e storie di incontri e scontri, avventure, accoglienza, fantasie guerresche e
magie. Sono tutti concetti ripresi dal progetto che ha vinto il
bando “Le due
Bari”, promosso dal Comune di Bari – Ripartizione Culture e finanziato dal
Ministero della Cultura (MiC) per la realizzazione di attività di spettacolo
dal vivo nelle aree periferiche della città
.

 

“Felicità
Adriatica” è un percorso fatto di laboratori aperti ai più piccoli, e
spettacoli aperti a tutti, fruibili gratuitamente su prenotazione
,
e rappresenta il meglio delle produzioni artistiche dell’ultimo decennio nel
campo del teatro di figura e del teatro per ragazzi e giovani.

 

<<Abbiamo
premiato la grande tradizione italiana del teatro di figura – ha dichiarato il
direttore artistico Paolo Comentale – Iniziamo con le marionette della
famiglia Colla di Milano, una tradizione che ha girato in tutto il mondo, e
chiudiamo con il teatro dei Pupi di Mimmo e Giacomo Cuticchio da Palermo,
evidenziando l’unità del nostro Paese pur nella diversità delle tecniche
artistiche: marionette a filo del Nord e Pupi siciliani del Sud. Entrambe le
compagnie tornano a Bari dopo circa 20 anni. Accanto a queste due tradizioni
teatrali – ha aggiunto – ritroviamo la Compagnia del Sole con Flavio Albanese e
Marinella Anaclerio e il loro teatro d’attore sulla Scienza. Il pubblico che
assisterà agli spettacoli, tornerà a casa con un’idea antica e rara di bellezza,
una emozione unica. Il Comune di Bari ci ha fornito i mezzi per realizzare un
sogno>>.

 

Si inizia martedì
2 agosto alle 20.30
con la prestigiosa Compagnia Marionettistica Carlo Colla &
Figli
, una delle più importanti famiglie operanti nella tradizione
marionettistica italiana sin dal 1861. “Teste
di Legno”
è il titolo dello
spettacolo, un viaggio trasversale nel repertorio marionettistico che si
ispira ad un vecchio canovaccio, dove le marionette, al termine della giornata,
abbandonate nei loro armadi, assumono vita autonoma. Espressione, artigianalità
e fantasia in primo piano. Consigliata a partire dagli 8 anni.

Alle 19.30 dello stesso
giorno, proprio davanti al teatro, all’aperto nella piazza del Mediterraneo,
attività di animazione e giocoleria per tutti i bambini e le bambine dai 6 anni
in su, a cura di Circo Botero con Christian Lisco e il suo personaggio
Mister Big
.

 

Mercoledì
3 agosto
, una giornata dedicata ai piccoli dai 5 anni. Sarà infatti la
volta della compagnia materana Teatro
Pat
con lo spettacolo “È fatto
il fatto?”
Un omaggio alle tradizioni dei racconti orali lucani, alla Magia
nel Sud Italia, che coniuga il linguaggio dei riti magici a quello del teatro
ragazzi.

Prima
dello spettacolo il laboratorio teatrale, artistico ed espressivo dal titolo Antichi Riti e le Masciare a cura di Enzo
Vacca
artista barese che vanta collaborazioni artistiche con i più
importanti teatri pugliesi.

 

Giovedì
4
agosto
toccherà alla
compagnia abruzzese Fantacadabra con
il debutto in prima nazionale dello spettacolo Ultima chiamata per l’Arca di Noè, una versione moderna del Diluvio
Universale vista dagli occhi di tre pinguini. Una storia divertente e poetica,
sull’amore, sull’amicizia, sulla solidarietà.

L’animazione
teatrale prima dello spettacolo, è stata affidata a Michele Diana di Circo
Botero
che si cimenterà in numeri di giocoleria, acrobatica, equilibrismo e
clownerie.

 

Martedì
23, mercoledì 24 e giovedì 25 agosto
, il
Granteatrino ospiterà la Compagnia del Sole con un progetto intitolato L’ultimo dei maghi – La storia della scienza
attraverso filosofia mitologia poesia e letteratura – Laboratori e spettacoli
di teatro scienza
. Un percorso di divulgazione scientifica attraverso tre
spettacoli: Il codice del volo, Il
messaggero delle stelle, L’Universo è un materasso.

Ogni
spettacolo sarà anticipato da un laboratorio di teatro e scienza e da una
lezione sul tema dell’astrofisico Marco Giliberti dell’Università di Milano.

 

Domenica
28 agosto
il debutto internazionale della nuova produzione del Granteatrino
dal titolo Caravaggio realizzato a
450 anni dalla nascita del genio vissuto tra arte, avventura e mistero. Una
produzione per tutti che vede come protagonista un celeberrimo critico d’arte,
in compagnia della madre del Caravaggio (1571-1610). In scena attori, burattini
e giovani musicisti del Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari.

 

Martedì
30 agosto
andrà in scena l’arte della storica compagnia di Castellammare di
Stabia Gli Sbuffi, che si
esibirà nello spettacolo Alice in
Wonderland
con un originale allestimento in cui lo scrittore Lewis Caroll, esce
in carne e ossa dal suo capolavoro per raccontare al pubblico che i personaggi
principali della storia Alice, il Bianconiglio, il Cappellaio Matto, La Regina
di Cuori sono scappati lasciando soli i personaggi secondari.

Nello
stesso giorno il laboratorio degli esperti artisti della Casa di Pulcinella,
intitolato Con gli occhi della fantasia e realizzato per le famiglie e i
bambini che abitano in estate il Giardino Condiviso della scuola Marconi a San
Cataldo

 

Mercoledì
31 agosto
la compagnia pugliese Arterie
Teatro
porterà in scena lo spettacolo Marcovaldo – Funghi in città, da “Marcovaldo, ovvero le stagioni in
città” di Italo Calvino. La storia di un “uomo di natura”, Marcovaldo, che
riesce a trovare fra lo smog e i grattacieli di una grande città un piccolo
angolo verde dove alimentare il sogno di un “altrove”.

Il
laboratorio che anticipa lo spettacolo sarà realizzato dal Granteatrino in
collaborazione con Filoxenia, associazione impegnata nella salvaguardia della
storia e della cultura del villaggio. Si intitola “La Natura in Città”.

 

Chiuderà
il cartellone, giovedì 1 settembre, la storica compagnia siciliana Figli
d’Arte Cuticchio
con Il gran duello
di Orlando e Rinaldo per amore della bella Angelica,
una delle storie più
care al pubblico dell’opera dei pupi.

Ad anticipare lo
spettacolo, l’animazione con marionette a cura di Roberto Lanave, artista
barese da anni appassionato di costruzione e animazione di marionette a filo.

Promo