Festival dei Sensi in Valle d’Itria arrivano, tra gli altri, David Le Breton, David Abulafia, Anna Foa, Carlo Ratti con Italo Rota

Una valle giocattolo, disegnata da
colline, boschetti, curve, tratturi, terrazzamenti e scorciatoie, e anche da
pietre millenarie tagliate dall’uomo, a formare infiniti muretti a secco che
accompagnano ogni passo: sono le caratteristiche pareti che da sempre dividono
le proprietà – mai i feudi -in questa felice oasi della Puglia. A questa rete
di tracciati, a questi incroci, bivi e trivi di ogni epoca in cui gli spazi
misurati e imprevedibili sono un costante invito al gioco e alla libertà, è
ispirato Strade, il programma della XIII edizione del Festival dei
Sensi, diretto da Milly Semeraro.

Dal 18 al 21 agosto il Festival dei sensi darà vita a un
immaginifico viaggio fatto di lezioni di grande qualità, argomenti inattesi,
happening e avvincenti conversazioni in alcuni dei più suggestivi luoghi della
valle dei trulli
: un’eccellente rosa di incontri mirata come sempre più con
l’intento del togliere che con quello del riempire. La rassegna, che per prima
ha aperto al pubblico i luoghi più belli, esclusivi e sconosciuti della Valle
d’Itria all’insegna di autenticità e di suggestioni  uniche, proporrà
anche quest’anno contenuti site specific, idee e temi lontani dai convenzionali
approcci accademici, con esperti italiani e stranieri : luoghi fuori mano ma a
portata di mano, per persone curiose attratte da uno scenario culturale
originale e appassionate di paesaggio, una comunità  proveniente da tutta
Italia alla ricerca di produzioni indipendenti. 

Il festival si apre a Martina Franca giovedì 18 agosto (ore 19.00) con una
marcia festosa guidata dal sassofonista Francesco
Massaro
: si parte dalla piazza del Plebiscito e si attraversa il centro
storico lungo un antico percorso che giunge davanti alla chiesa dello Spirito
Santo, dove si tiene l’inaugurazione (ore 19,30) introdotta da Milly Semeraro,
direttore del Festival dei Sensi. Intervengono: Grazia Di Bari, consigliere delegato alla Cultura della Regione
Puglia, Nancy Dell’Olio,
ambasciatrice della Puglia nel mondo, Gianfranco
Palmisano
, sindaco di Martina Franca, Antonio
Serrapica
, autore dell’opera da cui è tratta l’immagine di questa edizione;
presentatore d’eccezione, l’irresistibile Paolo De Cesare.

Trattandosi
di una vera gimcana culturale, il ritmo è veloce: alle ore 20,00 nello stesso
luogo parte subito il primo incontro: Strade
sotto/sopra
. Strettamente legati ai risultati di altre sofisticate ricerche
appaiono sempre più spesso i progetti di ingegneri e architetti di grido come Carlo Ratti e Italo Rota, attualmente al lavoro anche su progetti di reti
stradali in Arabia Saudita. Il sodalizio tra le due star ha prodotto tra
l’altro il Padiglione Italia, recentemente realizzato per l’Expo Dubai e
premiato come miglior progetto imprenditoriale dell’anno ai prestigiosi Construction
Innovation Awards negli Emirati Arabi Uniti. Realizzazioni come questa,
riferibili all’architettura
riconfigurabile
e al design circolare
mirano ad evolversi nel tempo in modo sostenibile, sfidando la crisi climatica.
Carlo Ratti, direttore del Senseable
City Lab al Massachusetts Institute of Technology (MIT) attualmente collabora
anche con Sidewalk Labs per esplorare
e valutare una nuova modalità di integrazione tra la strada come spazio
fisico e le tecnologie digitali.

Strade ci riporta
anche ad una passione antica: a memoria d’uomo, in ogni piazza, in ogni angolo
del mondo c’è un ragazzino che si diverte con un pallone tra i piedi. Per il
giovane giocatore di strada, di sterrato o di campetto rado, c’è da sempre il
desiderio di dominare l’imprevedibile rotolare della palla con uno stop di
punta, un seduttivo colpo d’anca o un colpo di testa. Ecco perché l’enorme
popolarità di cui gode lo spettacolo più grande del mondo non può mettersi in
scena, non può avere campioni, se si allontana dalla strada. “Inseguendo un
pallone” è il titolo dell’incontro tra il giornalista sportivo Federico Casotti e l’ex centrocampista
Antonio Di Gennaro giovedì 18 agosto, ore 20.30, a Cisternino, sulla grande aia
della Masseria di Montereale.

Quando si parla
di strade non si può prescindere dai Romani: non solo perché ci fecero l’impero
e perché in Italia, oggi, quelle strade sono quasi tutte esistenti, ma anche
per via delle irripetibili innovazioni di cui l’impero fu capace in materia di
viabilità.
Dai ponti ai
tunnel e ai pedaggi, dalla segnaletica alle stazioni di rifornimento, dai
servizi postali ai corrieri privati, dai marciapiedi alle città chiuse al
traffico su ruota, ancora oggi la qualità di progettazione e manutenzione della
rete stradale romana fa impallidire chiunque. A parlare di questa formidabile e
strategica rete sarà lo storico Giovanni
Brizzi
, tra i massimi studiosi della materia, in un incontro intitolato “La
spaventevole macchina romana” – giovedì 18 agosto, ore 22.30 a
Martina Franca, Regia Stazione Ippica
.

Travolti dallo sviluppo di tanta tecnologia, percorrere il mondo a piedi in
un’epoca apparentemente dominata dalla velocità è parso per molti anni quasi un
gesto gratuitamente trasgressivo se non addirittura bislacco, ma l’emergenza
climatica dovuta all’inquinamento e l’impatto delle automobili sull’ambiente,
hanno contribuito negli ultimi decenni a riconoscere in questa pratica una
potente affermazione di libertà. Il più antico modo di viaggiare, ma anche di
attraversare la vita di ogni giorno, immersi nel paesaggio, negli odori, nei
suoni, l’atto naturale che restaura la dimensione fisica dell’uomo con
l’ambiente, accomuna oggi classi sociali e tipi umani differenti, a godere del
tempo e della vita. Tra i più impegnati sostenitori di questa modalità di
attraversamento della vita moderna, l’antropologo francese David Le Breton, noto al pubblico italiano per i molti libri
tradotti, che definisce l
a camminata “uno stato di allerta permanente
per l’intelligenza e una
festa dei sensi”. Appuntamento con “Camminare
venerdì 19 agosto, ore 19.00, a
Cisternino, sospesi tra la collina e il mare, alla Masseria Gianecchia.

Nella
stessa serata Stefano Barrese,
responsabile della Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo, Gregorio De Felice, capo economista di
Intesa San Paolo e Stefano Cingolani,
editorialista del quotidiano Il Foglio
si confronteranno su “200 Miliardi lungo le vie del Sud”. 213 Miliardi di euro,
82 dal PNRR e il resto principalmente dal fondo di sviluppo e coesione e dai
fondi strutturali europei. Un tale flusso di denaro verso il Mezzogiorno non si
era mai visto prima, nemmeno con il piano Marshall e la Cassa per il
Mezzogiorno. È la svolta che si attendeva verso un effettivo rilancio
dell’economia meridionale? – venerdì 19
agosto, ore 19.30, a Cisternino, alla Masseria di Montereale.

Il Festival
dei Sensi è anche l’occasione per scoprire sotto un cielo stellato, insieme
alla studiosa Anna Foa, aspetti meno
noti della grande storia degli ebrei: il perché di certe migrazioni e di certe
destinazioni e le conseguenze straordinarie di certi esodi, spesso divenuti
nella pratica vere e proprie impollinazioni realizzate in tanti secoli. Una
mappatura in sintesi, per farsi un’idea di fenomeni enormemente complessi,
anche grazie ad aneddoti di meravigliosa umanità. Quella degli ebrei è una
storia antica e unica, segnata da grandi viaggi di cui poco talvolta si
ricordano gli spostamenti fondamentali, pur essendo questi all’origine di
profondi cambiamenti culturali ed economici anche in Occidente. “Non solo fuga.
Mito e realtà dell’ebreo errante è
il titolo di questo prezioso incontro – venerdì
19 agosto, ore 21, a Cisternino, Belvedere dell’Istituto Salesiano.

Per capire con chiarezza i sorprendenti passaggi
che hanno portato dalle slitte agli asini e dalle vele ai carri, passando per
le biciclette, i treni, i piroscafi, le auto, gli aerei, arrivando alla
fondamentale invenzione dei container e a inattesi quanto imbarazzanti
raffronti tra il caso italiano e il resto del mondo, sarà presente un esperto
che nell’ambito del trasporto ha sviluppato un’esperienza davvero vasta:
parliamo di Ennio Cascetta, presidente del Cluster Tecnologico
Nazionale Trasporti
e docente al MIT (Massachusetts Institute of
Technology), già presidente dell’Anas e artefice della celebrata metropolitana
di Napoli. “La settima rivoluzione” –
venerdì 19 agosto, ore 22.00, a
Cisternino, presso la Masseria Gianca
.

Uno dei
massimi storici contemporanei, David
Abulafia
,
professore
emerito di Storia del Mediterraneo all’Università di Cambridge, noto al
pubblico italiano anche per alcuni tra i suoi bellissimi libri, quali Il grande mare. Storia del Mediterraneo
e Federico II. Un imperatore medievale,
raggiungerà la Valle d’Itria per raccontare la storia poco nota di una merce
che ha segnato profondamente non solo l’immaginario collettivo, ma anche il
corso di fondanti economie, rotte e accadimenti sociali: “La via dello zucchero” – sabato
20 agosto, ore 19.00, Martina Franca, alla Masseria Pavone.

Quali percorsi si aprono davanti a un attore
oggi? Il teatro è la piattaforma per arrivare al cinema e alle serie di cui
tutti parlano o viceversa è il luogo ideale dove tornare sempre? Quali sono le
grandi svolte che segnano la strada? E le nuove tecnologie della comunicazione,
da Netflix ai social, che ruolo hanno nel costruire la carriera di un attore?
Due protagonisti del cinema, del teatro e della televisione, Iaia Forte e Tommaso Ragno, ne parlano con il filosofo Armando Massarenti in “Svolte” – sabato 20 agosto, ore 20.30, Locorotondo, nel giardino di Parco del
Vaglio.

In che modo l’emergenza climatica ed
energetica cambierà i nostri comportamenti e quanto sta condizionando i modelli
che si progettano per il futuro? Quali auto guideremo tra 20 anni? Il Festival dei Sensi sarà anche
la rara occasione per incontrare Giovanni
Circella
, direttore dell’avveniristico
3 Revolutions Future Mobility
Program e Honda Distinguished Scholar for New Mobility Studies alla University
of California, le cui ricerche si focalizzano su modelli di comportamento dei
viaggiatori, nuovi servizi di mobilità, inclusa quella condivisa,
micromobilità, veicoli automatici e stili di vita emergenti. “
In attesa del
teletrasporto”
sabato
20 agosto, ore 21.00, Cisternino, alla Masseria Gianca.

Matteo Lancini, psicologo e psicoanalista, presiede la prestigiosa
Fondazione Minotauro e insegna presso l’Università Milano-Bicocca e
l’Università Cattolica di Milano: indaga i nuovissimi adolescenti e suggerisce
come la pandemia possa tramutarsi in una preziosa occasione per guardare
bambini e adolescenti con occhi nuovi, possibilmente per riaprire i luoghi
elettivi del gioco spontaneo. Appuntamento con “…Lontano dalla strada” – sabato 20 agosto, ore 22, Martina Franca,
al Chiostro di San Domenico.

Dalla Francia arriva Alessandro Giraudo, economista di formazione cosmopolita (già eletto allievo di Carlo Maria
Cipolla a Berkeley) per raccontare l’incredibile storia dell’oro nero “Petrolio: da Petra ad Achnacarry. Cento
milioni di barili”.
Una storia
antichissima: i giacimenti di petrolio venivano utilizzati per produrre
medicinali, bitume o illuminazione, oltre che per scopi bellici. La città di
Petra si arricchì grazie al monopolio per la vendita del bitume, che rendeva
impermeabili tutte le navi del Mediterraneo oltre a molti sistemi idrici. Poi
per secoli e secoli servì fondamentalmente a scopo bellico, più o meno fino
agli exploit di Rockefeller, capace di convincere i Cinesi che senza lampade a
petrolio non si poteva vivere… Una storia ancora poco nota e piena di aneddoti
incredibili: dall’accordo segreto di Achnacarry alle sette sorelle, da
Churchill ai nazisti, alle guerre attuali, alla previsione di una crisi
energetica di dimensioni mai viste entro il 2028.
Giraudo dopo aver ricoperto incarichi in FIAT,
Cargill, UBS, NMMP a Torino, Milano, New York, Ginevra, Zurigo, Amsterdam e
Parigi, già Chief Economist del gruppo internazionale Tradition, oggi insegna
Finanza internazionale e Storia Economica della Finanza a ParigiDomenica
21 agosto, ore 19.00, Cisternino, sull’aia della Masseria Capece.

“Bivio. Come si prendono le decisioni”, è il
titolo dell’intervento di Salvatore
Maria Aglioti
, che insegna Neuroscienze Sociali e delle Organizzazioni e
Neuropsicologia Forense all’Università di Roma “La Sapienza”. A capo di
importanti laboratori e tra i più accreditati studiosi delle neuroscienze
sociali, Aglioti parlerà dei motivi sorprendenti all’origine delle piccole e
grandi scelte del nostro quotidiano. La scelta di un vino, la quotazione di
un’opera d’arte, ma anche insospettabili decisioni attinenti alla sfera etica e
morale che ci troviamo a prendere nel corso della nostra vita, sono spesso
influenzate da fattori fisici di cui non siamo pienamente consapevoli. – domenica 21 agosto, ore 21.00, Ostuni,
Congregazione delle suore Oblate Benedettine.

Arte di strada, sin dall’inizio la fotografia ha
costruito un doppio del mondo, creando un’illusione che abbiamo finito per
abitare. Del mistero della fotografia, della sua capacità di evocare presenze
lontane, di quel che ci spinge a fissare la vita, a metterci in posa, a
guardare e ad esser guardati ripetutamente, parlano da punti di vista
diametralmente opposti Arianna Rinaldo,
esperta internazionale di fotografia, e Benvenuto
Messia
, il più longevo rappresentante della dinastia dei Messia, primi
fotografi a Martina Franca. “Incroci.
Duplicare il mondo per fermare il tempo”
domenica 21 agosto, ore 22.00, Martina Franca, Masseria del Luco.

Al Festival dei
Sensi ci si potrà dare appuntamento anche di prima mattina,
per camminare quando l’aria è frizzante e passeggiare per le antiche
vie tra gli orti di Ostuni, in compagnia di Enza Aurisicchio, grande esperta del patrimonio storico e
archeologico locale cui si devono interessanti articoli e saggi:
Per le antiche strade”,
sabato 20 agosto e domenica 21 agosto,
ore 9.00, Ostuni, Santuario Madonna della Nova
.
Sul lato opposto della valle, a Martina
Franca, l
’imprenditore Francesco Basile
condurrà una passeggiata in una delle sue tenute
abitate da bellissimi esemplari di
cavalli murgesi
: racconterà da testimone diretto le transumanze e i loro riti -un tempo praticate all’interno
delle proprietà di famiglia- e per mostrarne alcuni percorsi (Transumanze)
venerdì 19 agosto, ore 9.00, Martina
Franca, Masseria San Paolo
.

 

Grazie alla collaborazione con
le Teche RAI molti incontri si apriranno con piccole proiezioni
:
schegge tratte di volta in volta da Viaggio
in Italia
, l’esilarante film realizzato per Rai Tre con soli materiali
d’archivio RAI dal regista Filippo Porcelli (tra i suoi programmi Schegge, Blob, Fuori Orario): il
racconto in soggettiva di un automobilista che guida e ascolta la radio e
l’intensità di uno sguardo concentrato unicamente sulla strada. Il viaggio vero
percorre l’Italia da Nord a Sud è in realtà un viaggio nel tempo: l’inguaribile
passione degli italiani per la modernità motorizzata verrà rappresentata
simbolicamente da queste “schegge proiettate” per qualche minuto, come un
aperitivo.

 

PER I BAMBINI E LE BAMBINE
Tra le attività proposte ai più piccoli
: imperdibili i Giochi
di strada. Lï pïccinne e llï sciôcre d’ ‘na vôte
, in compagnia di chi li ha
praticati da piccola: Rosa Semeraro,
già docente di matematica e scienze, una grande passione per l’insegnamento e Luca Marchesini, educatore, gestalt
counselor, docente e formatore – venerdì
19 agosto e domenica 21 agosto, ore 17.30, a Cisternino, davanti alla Neviera
del Pico
. E poi il Corso accelerato
di educazione stradale, sempre
a cura di Semeraro e Marchesini che
inviteranno i giovani amici a farsi strada con piccoli laboratori esperienziali
di educazione alla sicurezza stradale, con tanti segni e segnali di divieto e
di permesso, per capire come ci aiutano e perché esistono – Sabato 20 agosto, ore 17.30, a Cisternino,
Conservatorio botanico.

 

LA
MOSTRA

Venerdì 19 agosto nelle Sale Nobili del Palazzo Ducale di Martina Franca aprirà l’esposizione Scene di strada”:
straordinarie immagini a tema provenienti dal fondo Archivio Publifoto, di
proprietà dell’Archivio storico Intesa Sanpaolo. L’esposizione, a cura di Arianna Rinaldo, resterà aperta per più
di un mese, includendo così le Giornate Europee del Patrimonio, che quest’anno
celebrano il patrimonio sostenibile
– La mostra resterà aperta tutti i
giorni sino al 29 settembre, orari: 10-13 e 16-19, ingresso 5.00 euro.

Il
Festival dei Sensi è organizzato in collaborazione con i Comuni di Cisternino,
Martina Franca, Locorotondo e Ostuni, con il Patrocinio della Regione Puglia

ed è realizzato in collaborazione con Intesa Sanpaolo.

Biglietti: a partire da 4,00 euro, si potranno acquistare nelle sedi degli
incontri e in prevendita: a Cisternino presso l
’edicola Di
Anna Lacenere (Piazza Navigatori 2), a Locorotondo presso la
tabaccheria Cervellera (piazza V. Emanuele 1) e a Martina Franca all
edicola e tabacchi Gioiello (piazza XX Settembre 17).
Alcuni appuntamenti sono a numero chiuso e in generale si consiglia di arrivare
sul posto con anticipo.

Promo