Sforna eccellenze il Politecnico di Bari: Antonio Papangelo

La Puglia si distingue sempre più per sfornare menti eccellenti e preparati ricercatori che propongono progetti innovativi e di grande interesse per la comunità scientifica.

Antonio Papangelo, ingegnere meccanico di Altamura e ricercatore al Politecnico di Bari ha ottenuto un finanziamento da 1,5 milioni di euro dal Centro Europeo di Ricerca per un progetto innovativo ispirato alla natura pugliese.

l movimento dei gechi, capaci di camminare su qualsiasi superficie su cui si trovano, diventa il punto di partenza di un progetto di sviluppo tecnologico di alto impatto.

“Surface” è una superficie nanostrutturata con proprietà regolabili attivate tramite micro-vibrazioni indotte elettricamente: questo permette un controllo della forza di adesione da applicare sugli oggetti con cui si trova a interagire.

Un progetto versatile che potrebbe rivoluzionare le modalità di interazione tra macchine e persone: dall’aerospazio fino all’assistenza medica, supportando anche persone e oggetti che non possono muoversi in totale autonomia.

Il Sud e le Università baresi quindi,senza per forza allontanarsi dalla propria terra di origine, formano  in maniera eccellente studenti che poi sanno distinguersi.

Promo