Arca Puglia: protocollo d’intesa su innovazione tecnologica, valorizzazione del patrimonio e rinnovamento dei sistemi informativi

Arca Puglia Centrale, con
l’Amministratore Unico Pietro Augusto de Nicolo, e l’Azienda Territoriale per
la Casa del Piemonte Centrale, con il Presidente Emilio Bolla – attraverso un
formale Protocollo di intesa – avviano un rapporto di collaborazione teso a
sviluppare le migliori condizioni per condividere elementi di esperienza,
conoscenza e innovazione e migliorare, l’efficacia, l’efficienza e l’impatto
sui servizi resi, in una logica di mutuo scambio di prassi, soluzioni
innovative e, più in generale, di buone pratiche.

 

Le attività del Protocollo sono
riconducibili ad aree tematiche, quali la valorizzazione e gestione patrimoni
immobiliari pubblici, con specifico riferimento alle attività di property,
asset e facility management, i sistemi informativi di gestione dei processi, in
particolare quelli dedicati alla dematerializzazione e alla contabilità, lo
studio e la sperimentazione di modelli innovativi di gestione, nonché le
tematiche innovative riguardanti il social housing e la social innovation.

 

Il Protocollo si affianca a quelli
già sottoscritti tra A.T.C. Piemonte Centrale – che , come Arca Puglia
Centrale, gestisce un imponente patrimonio immobiliare di ben 30.000 alloggi –
con i maggiori Enti che si occupano di Edilizia Residenziale Pubblica su tutto
il territorio nazionale quali l’ATER Roma, l’ACER Bologna o l’ITEA di Trento,
oltre l’Università di Genova, la Regione Liguria e l’INVIMIT del Ministero
dell’Economia e della Finanza.

 

Nella Rete entra ora anche Arca
Puglia Centrale con il suo patrimonio di esperienza e storia aziendale che
deriva dai ben 116 anni di attività (l’Ente è stato costituito nel 1906 con la
prima denominazione di Istituto Autonomo Case Popolari”).

 

Gli alloggi in locazione gestiti da
ATC del Piemonte Centrale su tutto il territorio della Città Metropolitana
torinese sono circa 30.000, di questi, in particolare, oltre 18.000 si trovano
nella Città di Torino, un patrimonio immobiliare imponente e simile a quello
gestito dall’ARCA Puglia Centrale.

Si dichiara enormemente soddisfatto
l’Amministratore Unico dell’ARCA Puglia Centrale, l’avv. Pietro Augusto de
Nicolo che in merito all’accordo fra i due Enti dichiara:

 

“L’ARCA Puglia Centrale
è impegnata in un processo di rinnovamento e razionalizzazione delle procedure
operative delle proprie sedi e rappresentanze che gestiscono l’Edilizia Residenziale
Pubblica  su tutto il proprio territorio
di competenza.

Visto il ruolo ricoperto nell’ambito dei servizi alla collettività pugliese,
che vede l’ARCA Puglia Centrale quale Agenzia principale (in termini di
dimensioni per patrimonio, di bilancio ed utenza) è di tutta evidenza che lo
sviluppo degli strumenti informatici è di fondamentale importanza per tutte le
attività istituzionali dell’Agenzia. In tale contesto le iniziative intraprese
dall’ARCA Puglia Centrale, potranno essere di esempio per l’intero “Sistema
Casa” regionale al fine di ottenere una omogenizzazione delle procedure di
gestione e di analisi dei dati indispensabile per ogni pianificazione di
politica abitativa, rendendoci protagonisti sul percorso cui stanno tendendo le
più virtuose regioni italiane”.

Promo