Lo sfogo social del titolare della norcineria aggredito da una baby gang a Bitonto: temo per me e i miei cari

«Presto ci lasceranno soli, anzi lo hanno già fatto. Quindi non ci penso minimamente di riaprire». Sono le parole affidate ai social dal titolare di una norcineria a Bitonto, nel Barese, che sabato scorso è stato aggredito da una baby gang, mentre il locale era in fase di chiusura. «Ancora più dei calci e pugni subiti, è stato scioccante quando, uscendo dal locale vicino al nostro, dove i soccorritori del 118 mi stavano medicando, mi hanno insultato e applaudito per il mio stato. Erano in tanti, erano più della ‘gente per bene’», ricorda l’uomo. Ora «abbiamo paura ad uscire di casa dopo tutte le minacce che abbiamo subito: minacce di incendiare il locale, di non azzardarci più ad aprire il ristorante, di non farci vedere in giro e la cosa più spaventosa e ignobile sono state le minacce di morte», racconta. Ma anche «ragazzini che sulle bici elettriche ci riconoscono per strada e dicono ‘Eccoli sono quelli che hanno avuto mazzate’». La volontà sarebbe quella di «non dargliela vinta, ma di fronte a tutto ciò, mi sa che sono riusciti nel loro intento». E teme per «l’incolumita’ della mia famiglia».

Promo