Aborto, Boccia: “destra ipocrita e oscurantista”

«FdI e Giorgia Meloni sulla legge 194, che tutela il diritto all’aborto per le donne, rappresentano il massimo dell’ipocrisia». Lo dichiara Francesco Boccia, responsabile Regioni e Enti locali della segreteria nazionale PD e capolista al Senato in Puglia, intervenendo ad un’iniziativa elettorale a Castellaneta (Taranto) con il sindaco Di Pippa e i candidati nelle liste PD a Camera e Senato, Ubaldo Pagano, Domenico Nisi e Maria Grazia Cascarano.

«A parole, solo perchè sono in campagna elettorale, dicono di non volerla modificare ma poi, nei fatti, osteggiano ogni giorno e in ogni modo, sui territori, l’esercizio di un diritto sacrosanto per ogni donna. Seppelliscono i feti e con la pdl Di Carlo e Rauti vogliono imporlo anche contro il volere delle donne per i feti inferiori alle 28 settimane e cambiano le regole sui tempi in cui e’ possibile farlo, come fanno follemente nelle Marche. Non seguono la scienza ma i loro dogmi antiabortisti; fanno di tutto per evitare che la donna scelga liberamente ma sia costretta a non farlo. Non è questa la società che vogliamo per i nostri giovani, i diritti delle donne sul proprio corpo, frutto di tante battaglie, non possono essere calpestati e presi in giro da questa destra oscurantista» – ha concluso Boccia.

Promo