Presentazione del restaurato altare del Crocifisso nella Concattedrale di Giovinazzo

Si terrà lunedì 12 settembre alle 19:45, nella Concattedrale di Santa Maria Assunta di Giovinazzo, la presentazione del restauro dell’altare del Crocifisso, tornato alla pubblica fruizione a fine luglio.

 

Dopo un lungo restauro ad opera di Giuseppe Chiarella e Rosanna Virginia Guglielmo, sostenuto dall’Arciconfraternita del Santissimo Sacramento con la partecipazione di una benefattrice, la pala del terzo altare della navata sinistra torna al suo antico splendore. Composta dalla tela raffigurante la Maddalena e San Giovanni, opera settecentesca del giovinazzese Saverio De Musso, che fa da sfondo alla pregevole scultura in legno, di ignoto scultore, del Cristo Crocifisso, datata tra gli ultimi anni del XV secolo e i primi decenni del XVI secolo.

 

L’immagine del Crocifisso è tornata a mostrarsi in tutta la sua bellezza proprio nell’altare ad esso dedicato, già presente in Cattedrale nel XVI secolo, come si rileva dagli atti della visita pastorale che il vescovo monsignor Juan Antolinez Brecianos de la Ribeira compì nel 1552.

 

Sull’altare del Crocifisso, secondo la tradizione, si sarebbe raccolto in preghiera anche San Giuseppe da Copertino il quale, celebrando messa in Cattedrale nel 1636, dinanzi al Santissimo Sacramento ubicato sull’altare maggiore, si sollevò in estasi.

 

La presentazione di questo tesoro d’arte sacra  – in collaborazione con il Museo e l’Ufficio Diocesano per i Beni Culturali e l’Arte Sacra – alla presenza del Vescovo Mons. Domenico Cornacchia e del Sindaco dott. Michele Sollecito, prevede l’intervento dei restauratori Giuseppe Chiarella e Rosanna Virginia Guglielmo, del parroco don Andrea Azzollini e del direttore don Michele Amorosini.

Promo