Agricoltura, L’Abbate (Impegno Civico): con il Decreto Legge aiuti-ter, credito d’imposta, maggiori finanziamenti e 150 euro per i disoccupati agricoli

L’impatto degli aumenti del prezzo del gas sulle produzioni agroalimentari continua ad essere devastante ma grazie all’impegno del Governo si riesce a mitigare gli effetti, sostenendo i produttori. Con il decreto Aiuti-Ter estendiamo fino a fine anno il credito d’imposta per acquisto carburante sia per le imprese agricole che della pesca, sia per l’alimentazione delle serre che per gli agromeccanici, nonché per i fabbricati produttivi utilizzati per gli allevamenti annuali. Il credito è pari al 20% delle spese sostenute a parziale compensazione dei maggiori oneri a carico delle imprese”. Lo dichiara il deputato Giuseppe L’Abbate, candidato di Impegno Civico con Luigi Di Maio nei listini plurinominali alla Camera in Puglia.

 

“Sosteniamo chi, lo scorso anno, ha percepito la disoccupazione agricola con una indennità una tantum pari a 150 euro – aggiunge – Per le imprese agricole, poi, aumentiamo fino a 62mila euro l’importo massimo dei finanziamenti assistiti da garanzie Ismea, l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare”.

 

“Inoltre, per fronteggiare i maggiori costi energetici, le imprese potranno accedere al fondo di garanzia di Mediocredito Centrale per ottenere finanziamenti con garanzie statali fino all’80% dell’importo complessivo del prestito richiesto. Una boccata d’ossigeno in attesa che si giunga al tetto europeo al prezzo del gas e che si emani il decreto Taglia-Bollette che come Impegno Civico ci batteremo per realizzare subito dopo le elezioni” conclude L’Abbate (IC).

Promo