Movimento “Riprendiamoci il futuro”: nel quartiere Libertà è sempre più difficile vivere in sicurezza

Luigi Cipriani, segretario del Movimento Riprendiamoci il Futuro, invita  l’amministrazione comunale a fare meno conferenze e comunicati stampa e a dare risposte concrete ai residenti del  quartiere Libertà che sta diventando sempre più invivibile a causa dell’aumento di atti di criminalità (come ad esempio rapine, furti in appartamenti, borseggi, risse soprattutto tra Africani, aggressioni, grave degrado ambientale e sociale ecc ecc).
“Caro” Sindaco Le volevo ricordare che nel quartiere Libertà non servono servizi palliativi come ad esempio l’inaugurazione del nuovo Job center Porta Futuro 2 che non garantirà sicuramente alcun futuro lavorativo ai tanti giovani e non, che proprio a causa di tale carenza finiscono per strada in preda alla microcriminalità.
Stessa cosa dicasi per la tanto decantata nuova Caserma dei Carabinieri che sorgerà all’interno della ex Manifattura.
A parere dello scrivente non sarà certo la presenza di alcuni locali adibiti a  caserma dei carabinieri a risolvere questo atavico problema ma occorre concordare con Prefetto, Questore e TUTTE le forze dell’ordine un progetto che preveda il controllo quotidiano dell’intero quartiere il quale è diventato sempre più a rischio (vedi le ultime rapine a mano armata negli ultimi giorni e il proliferarsi di furti in appartamenti soprattutto da parte di stranieri)
Se entro breve tempo non si avranno risposte concrete questo movimento Politico sarà promotore di una petizione popolare da inviare al futuro Ministro degli Interni.

Promo