Bimbo morto dopo aver ingerito varechina: la Procura dispone autopsia

 La Procura di Bari ha disposto per martedì 27 settembre l’autopsia sul corpo del bambino di 6 anni morto sabato scorso all’ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari. Il piccolo, originario di Francavilla Fontana (Brindisi), era ricoverato dal 18 luglio dopo aver ingerito della varechina scambiata per acqua. In quel momento a casa con lui c’era sua madre che, in preda al panico dopo essersi accorta che il bimbo aveva bevuto varechina, si lanciò dal terzo piano dell’abitazione. La donna ora è ricoverata in una struttura sanitaria a Milano a causa dei traumi riportati dopo la caduta. Dopo la morte del bambino i familiari hanno presentato denuncia in Questura a Bari per far luce sulle cause del decesso. Oltre alla Procura di Bari continua anche l’indagine avviata da settimane dalla Procura di Brindisi per ricostruire il contesto familiare e quanto accaduto la mattina del 18 luglio. Sono stati sequestrati tre cellulari, due in uso al padre del bambino e un altro della madre.

Promo