Popolare Bari, Furlan: “rilancio a rischio, Mcc si prenda sue responsabilità“

Il rilancio della Popolare di Bari risulterebbe a rischio e il segretario generale della Uilca, Fulvio Furlan, punta il dito contro il Mediocredito Centrale, la controllante, che a giudizio del leader dei bancari della Uil, non si sta comportando da capogruppo «in termini di gestione e governo aziendale» lasciando la ex popolare ad “operare come capogruppo senza esserlo». Secondo Furlan, che parla dal palco del settimo congresso Uilca, «in questo strabismo (…) si sta perdendo la possibilita’ di rilancio del Gruppo, si stanno offendendo i sacrifici delle lavoratrici e dei lavoratori per mantenere la banca in attivita’ e si sta smentendo l’impegno assunto con le organizzazioni sindacali quando si condivisero certe condizioni solo in funzione di un successivo rilancio».

Per queste ragioni il leader della Uilca chiede «l’immediata assunzione di responsabilita’ della proprieta’ pubblica di svolgere in pieno il proprio compito, di garantire la continuita’ aziendale e di fare ordine nella gestione, per prospettare anche la realizzazione di quella Banca del Sud che potrebbe avere un ruolo importante per il sostegno alle comunita’ e ai settori produttivi della zona».

Sul tema Furlan aggiunge: «Senza ipocrisie e dubbi, consapevoli che la proprieta’ pubblica esiste anche in altre aziende e in altri settori e puo’ essere funzionale a costruire un futuro di rilancio, se svolge correttamente il proprio compito».

Promo