Al via da domani a Bari il concorso internazionale promosso dalla Rai “Prix Italia”

 Si svolgerà a Bari da domani, e fino al prossimo 8 ottobre, la 74esima edizione del “Prix Italia” il concorso internazionale promosso dalla Rai che premia il meglio delle produzioni tv, radio e web. La presentazione è prevista per oggi alle 15 in diretta su Rai 3. L’edizione 2022, realizzata in collaborazione con Regione Puglia e Pugliapromozione, è dedicata alla sostenibilità. Le cerimonie di inaugurazione e premiazione si svolgeranno al teatro Kursaal rispettivamente domani e venerdì, ma sono coinvolti anche lo Spazio Murat e l’ex Mercato del Pesce, edificio monumentale restituito per l’occasione alla città, Santa Scolastica, fino all’area del porto, dove verrà realizzato un grande murales. Sono più di 300 i programmi in concorso di cui 31 in shortlist.

«Abbiamo dedicato la 74esima edizione del Prix Italia alla sostenibilità perché è un tema fondamentale, riguarda il cambiamento climatico ma anche i diritti, l’inclusione, le diverse abilità, l’istruzione», dichiara la presidente Rai Marinella Soldi, ricordando che «il Prix Italia è anche occasione di valorizzazione del territorio, uno dei nostri compiti fondamentali. Protagonisti al Prix saranno anche gli studenti pugliesi, con le loro idee e progetti per una società sostenibile. Comune denominatore delle opere del Prix è da sempre l’eccellenza, nella varietà di stili e contenuti. E quest’anno, per la prima volta, una selezione di prodotti finalisti sarà disponibile su Raiplay».  «Il Prix Italia coinvolge e premia i migliori programmi radio, tv e web del mondo – aggiunge il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano – L’evento mostrerà location stupende come i teatri Kursaal Santalucia e Petruzzelli, il centro storico, il lungomare, grazie al prezioso lavoro svolto dalla Rai e dai suoi circuiti: ecco perché come Regione Puglia e Pugliapromozione abbiamo voluto ospitare il Prix e sostenerlo nella sua organizzazione».

«Noi pensiamo alla sostenibilità come a una risposta realmente all’altezza delle sfide che abbiamo davanti per il prossimo futuro. L’ecologia chiama in causa tutte le altre discipline e chiede alle politiche pubbliche un cambiamento radicale di sguardo e di mentalità – prosegue Emiliano – Sostenibilità vuol dire parlare di ambiente, sviluppo sociale ed economico, qualità della vita. Essere accanto alla Rai per condividere queste riflessioni in una dimensione internazionale è un’opportunità che ci accingiamo a vivere con grande consapevolezza».

Promo