M5S Puglia: “su eutanasia non può legiferare la Regione”

«Non può essere una singola Regione a legiferare su una materia così delicata come quella del “fine vita”. Siamo assolutamente consapevoli che in Italia ci sia un vuoto normativo sulla questione che deve essere colmato, ma a farlo deve essere il legislatore nazionale, il solo competente a legiferare su questa materia». Lo dichiara il gruppo del M5S dopo il Consiglio regionale pugliese ha bocciato la proposta di legge sul fine vita.

«Abbiamo votato contro la proposta di legge presentata» – spiegano – «perchè riteniamo che la stessa sconti concreti profili di incostituzionalità. In commissione ci eravamo astenuti perche’ auspicavamo che in aula ci venissero chiariti i profili di incostituzionalita’ della PdL sui quali abbiamo posto l’attenzione, ma cosi’ non e’ stato e invece di dare vita a un dibattito costruttivo (anche da punto di vista giuridico) si è preferito trasformare l’esame della proposta nell’ennesima occasione per esibirsi in aula». La proposta era stata presentata dal consigliere del Pd, Fabiano Amati.

Promo