Una proposta per aiutare i tanti immigrati presenti a Molfetta: creare un sportello comunale gestito dall’associazione Terre Adriatiche

È questa la proposta concreta venuta fuori al termine dell’incontro tenutosi lo scorso venerdì 7 ottobre nella sala comunale di Palazzo Giovene a Molfetta organizzato dall’Associazione, alla presenza dei vari responsabili extracomunitari in rappresentanza di 6 nazioni, del mondo politico locale soprattutto dell’opposizione.Erano presenti Giovanni Infante di Rifondazione Comunista, Felice Spaccavento di Rinascere, Gabriella Azzollini del Partito Democratico e in rappresentanza del centro destra Mauro Binetti.Assente tutta la maggioranza.Il responsabile dell’Associazione Terre Adriatiche, nel ricordare che a Molfetta ormai vivono oltre 2000 immigrati, ha presentato un progetto concreto per aiutare all’integrazione, all’occupazione e alla socializzazione degli extra comunitari, tra i quali ci sono molti anziani e bambini.E soprattutto a questi ultimi che bisogna rivolgere la massima attenzione per favorire la scolarizzazione e l’integrazione linguistica e sociale.L’idea è di istituzionalizzare l’Associazione con la creazione di uno Sportello, di un Ufficio all’interno della sede comunale, dove gli extra comunitari possono rivolgersi per risolvere qualsiasi problema, legale, sanitario, linguistico, d’integrazione, di lavoro, che consentirebbe inoltre di avere uno schedario preciso dei presenti sul nostro territorio.Si potrebbero inserire in quei lavori (marittimo, agricolo, artigiano) che molti molfettesi hanno abbandonato, senza tralasciare le nuove nascite.Si cercherà di avere un confronto con le varie istituzioni locali, regionali e nazionali” – evidenzia il responsabile dell’Associazione Terre Adriatiche – “Vogliamo essere un punto di riferimento nel nord barese. Queste strutture esistono già e pensiamo che Molfetta possa essere una di quelle meglio organizzate”.Ma perché tutto questo si realizzi, occorre sensibilizzare il mondo politico locale.Intanto l’opposizione, presente all’incontro, si è dichiarata favorevole all’iniziativa rendendosi disponibile a organizzare incontri e dibattiti per coinvolgere la città.Forse Molfetta non lascerà indietro gli ultimi?

Mimmo Spadavecchia

Promo