Le malattie professionali e la sicurezza sul lavoro i temi centrali del cortometraggio “Il vecchio e il muro” che sarà presentato a Bari martedì 25

Finalmente ci siamo, “Il Vecchio e il Muro”, il cortometraggio che pone in primo piano il dibattito sulla sicurezza e le malattie professionali legate al mondo del lavoro, la cui regia è firmata da Antonio Palumbo, con l’attore Paolo Sassanelli, sarà presentato alla stampa martedì 25 ottobre alle ore 10:00 nel Multicinema Galleria nel corso di una conferenza stampa a cui seguiranno la proiezione del film e una tavola rotonda.Alla presentazione del lavoro promosso e finanziato da INAIL Puglia con CISL Bari e LILT Bari, intervengono:Giuseppe Gigante Direttore Regionale Inail Puglia,Giuseppe Boccuzzi Segretario Generale CISL Bari,Lorenzo Cipriani Responsabile Prevenzione e sicurezza Inail Puglia,Antonio Decaro Sindaco di Bari;Marisa Cataldo delegata LILT Metropolitana di Bari;Antonio Palumbo, regista e l’attore Paolo Sassanelli.

Alle ore 11:00 seguirà la Tavola Rotonda “SICUREZZA SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI: PREVENZIONE E SENSIBILIZZAZIONE”Intervengono:Giuseppe Gigante Direttore Regionale Inail Puglia,                        Antonio Castellucci Segretario generale CISL Puglia,                                                                                                 Giuseppe Boccuzzi Segretario generale CISL Bari BAT,                                                                                                                           Cinzia Frascheri Giuslavorista, Responsabile Dipartimento nazionale Cisl Salute e Sicurezza sul Lavoro Luigi De Santis Presidente Gruppo Giovani ANCE Puglia,Lorenzo Cipriani Responsabile Prevenzione e sicurezza Inail Puglia,Giuseppe Trani Direttore Area Sud  SPESAL (SERVIZIO PREVENZIONE e SICUREZZA degli AMBIENTI di LAVORO) ASL BariRoberta Lovreglio Coordinatore nazionale LILT CREModera:Rita Schena giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno

Il film si occupa degli infortuni sul lavoro e malattie professionali, allo scopo di sensibilizzare i lavoratori sui rischi per la salute derivanti in particolar modo (in base al racconto della pellicola) dall’esposizione lavorativa ai raggi solari.

Promo