Sul podio Nico Carlucci che conquista il bronzo con il suo panettone

Ancora un successo per il tecnico dimostratore di panificazione  e arti bianche Nico Carlucci.  Il maestro di arti bianche non è nuovo a brillanti piazzamenti perché alla base della sua attività c”è tanta passione, amore e sacrificio, oltre una immensa voglia di crescere, mettersi alla prova e aggiornarsi. Ha voluto quindi partecipare ad una ulteriore sfida prima con se stesso e poi con gli altri partecipando al “Campionato del Mondo del Panettone 2022” organizzato dalla FIPGC Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria Cioccolateria che si è tenuto a Fiano Romano (Rm) nella splendida location del Castello Orsini.

Ecco il suo racconto, subito dopo le grandi emozioni provate: “Sono riuscito a conquistare una medaglia di Bronzo nella categoria “panettone classico”, l”unico a cui ho avuto tempo di partecipare purtroppo, in concorso con altri 35 colleghi. Le categorie in concorso erano 5, “Il Miglior Panettone classico del mondo, “Il Miglior Panettone innovativo del mondo”, “Il miglior Panettone salato del mondo”, ” Il miglior pandoro del mondo” e “Il miglior Panettone/Pandoro decorato del mondo”.Inizialmente per tutte e 5 le categorie sono arrivati 350 panettoni, c”è stata una semifinale con giuria interna, di cui facevano parte il presidente Fipgc Matteo Cutolo, il rappresentante dei panificatori in Fipgc Fabio Albanesi e i vincitori delle passate edizioni del concorso.Vi è stata quindi una prima “scrematura” con la finale che si è disputata il  23 Ottobre 2022 con giuria esterna composta da 4 Professionisti di fama mondiale esterni alla federazione, che hanno valutato, nella mattinata di domenica, i panettoni rimasti in gara nelle 5 categorie. La giuria esterna era composta da Fabio Bertoni, la Dott.ssa Simona Lauri, Alessandro Bertuzzi e Ettore Cioccia, tutti grandi professionisti e lievitisti. Vi sono state medaglie ed attestati di partecipazione per chi non ha raggiunto le medaglie di bronzo, argento e oro e poi ci sono stati i 5 ori assoluti per chi ha totalizzato più punti di tutti nelle 5 categorie.Per conquistare una medaglia c”era bisogno di totalizzare dei punteggi, il bronzo andava dai 71 agli 80 punti, l”argento dagli 81 ai 90 punti e l”oro dai 91 ai 100, l”oro assoluto riceveva un premio equivalente a 500 euro offerti dai vari sponsor della manifestazione. Si valutava alveolatura (15 punti), profumo (punti 20), taglio (15 punti), cottura (15 punti), gusto (20 punti), sofficità (15 punti) e i panettoni dovevano rispettare categoricamente le indicazioni di legge in vigore sul Panettone ed essere rigorosamente artigianali quindi realizzato con lievito madre. Abbiamo inviato 2 panettoni con 5 brochure per la semifinale e 2 panettoni identici per la finale con 5 brochure. C”erano partecipanti da tutto il mondo tra cui ovviamente Italia, Giappone, Spagna e altri stati. Io personalmente ho realizzato, per semifinale e finale un panettone classico con lievito madre liquido (li.co.li). Il bronzo è un riconoscimento che mi dà stimolo per gli anni avvenire, frutto di impegno e sacrificio,ma devo ringraziare i tanti amici che con i loro consigli, mi hanno aiutato a raggiungere questo traguardo. Cercherò di migliorare ancora per ambire all”argento e all”oro ma sinceramente già essere in finale con professionisti di tale calibro, essere giudicato da giurie di tale spessore per me era già una vittoria”.Siamo sicuri che si impegnerà ancora per raggiungere mete sempre più ambiziose e prestigiose che lo porteranno ulteriormente ad approfondire la materia dell” arte bianca.Le sue conoscenze il maestro panificatore Carlucci le trasmette ai suoi allievi e fa appassionate tanta gente all” arte bianca su cui cura diverse rubriche giornalistiche.Noi non possiamo far altro che augurargli tanti altri successi e vittorie.Paola Copertino

Promo