Per Puglia Wine Festival bilancio positivo

Quattro giorni dedicati al buon vino, ai sapori tradizionali, all’arte e agli spettacoli, premiati dal numeroso pubblico accorso nel centro di Rutigliano. Si è chiusa ieri sera la 3^ edizione del PUGLIA WINE FESTIVAL promosso e organizzato dall’Associazione SensAzioni del Sud, quest’anno in collaborazione con il Comune di Rutigliano.

E’ positivo il bilancio dell’Amministrazione comunale di Rutigliano. Per il Sindaco di Rutigliano, Giuseppe Valenzano:Sono stati quattro giorni fantastici, Rutigliano ha ospitato migliaia di persone che hanno potuto non solo gustare del buon vino ma anche visitare le nostre bellezze, dal museo a cielo aperto alla Torre Normanna, dal Museo Archeologico al museo del Fischietto in Terracotta. Per noi è una sfida importante destagionalizzare gli eventi, il turismo e far conoscere il nostro territorio”.

L’Assessore alla cultura e al marketing territoriale, Milena Palumbo, guarda già al futuro: “Il Puglia Wine Festival è iniziato come una scommessa e si è rivelato una scommessa vinta. Un grande successo e pensando in prospettiva possiamo già dire che saremo felici di ospitare nuovamente l’evento il prossimo anno”.

Soddisfatti anche gli organizzatori dell’associazione SensAzioni del Sud che stilano un bilancio più che positivo per i 4 giorni di evento.

Gabriele Corianò, Direttore Artistico del Puglia Wine Festival spiega: “In base ai ticket venduti, ai partecipanti ai tour culturali e ai litri di vino distribuito, già dopo la prima serata abbiamo stimato una partecipazione di circa 10mila visitatori e molto bene sono andate anche le altre tre serate, per un totale di circa 25mila persone. Un successo raggiunto grazie alla collaborazione dell’amministrazione comunale di Rutigliano, delle varie associazioni, delle dieci cantine vinicole, dei protagonisti degli stand enogastronomici e grazie agli artigiani e gli artisti che hanno esposto opere nel mercatino dell’artigianato. Per il prossimo anno ci è stato proposto di tornare a Rutigliano e lo faremo molto volentieri ampliando l’area delle degustazioni all’interno del centro storico”.

Promo